mercoledì 22 marzo 2017

NEVE COSMETICS GRUNGELIC COLLECTION REVIEW - SWATCHES - PRIME IMPRESSIONI



"Icona di un passato alternativo.
Grunge +  Angelic.
Una ribellione soffice, una confusione preziosa.
La sospensione del domani.
E' complicato.
E' Grungelic.

La nuova collezione Neve Cosmetics si compone di otto colori inediti per interpretare il makeup come atto di disobbedienza estetica."

E' questa la descrizione della collezione Grungelic, ultima uscita in casa Neve Cosmetics.

Devo dire che questa collezione, che ha salutato l'arrivo della primavera, mi lascia piacevolmente basita. Non c'è un pezzo che non mi piaccia. Ogni singolo pezzo di questa collezione innalza il livello qualitativo raggiunto da Neve Cosmetics su un gradino superiore.

Partiamo dall'inizio.

Dopo aver ricevuto il comunicato stampa, non mi aspettavo di ricevere la collezione, né tanto meno di ricevere l'intera collezione.

Questa è stata una piacevolissima sorpresa ad opera della casa cosmetica, che ancora una volta ha creduto nel mio operato, nonostante talvolta sia stata molto dura nella valutazione di alcuni loro prodotti (vedi qui).

Appena arrivato il corriere a casa, mi sono fiondato a swatchare tutto.

Magia: colori setosi e scriventi per gli ombretti, tonalità perfettamente in accordo, nessuna nota stridente. Tutto denota una cura del dettaglio ed una precisione accurata.

Iniziamo dagli ombretti.





LITHIUM: "Argento minerale dal leggerissimo sottotono malva. Finish shimmer estremo."
La descrizione del sito combacia perfettamente con il colore da me percepito. E' un argento di media intensità (per intenderci, non sfocia nel platino), molto luminoso, burroso nella scrivenza e al tatto, dal sottotono malva che definirei anche deciso, piuttosto che leggero. Piacevolissimo, sulla palpebra caccia dei riflessi stupendi e fa un bel gioco di luce.

DATE: "Marrone dattero desaturato dai riflessi bronzo. Finish shimmer, denso e pastoso."
Non so esattamente cosa sia un marrone dattero, ma a mio parere questo ombretto è LA tonalità di marrone perfetta. Né troppo calda né troppo fredda, non tende troppo al rossiccio né al verde, né al giallo.Nonostante sia un colore scuro, il finish shimmer contribuisce a renderlo molto luminoso. Concordo con l'azienda nel definirlo denso e pastoso, ha una texture scriventissima e fondente.

OMBRETTO VODKA: "La luce che dà dipendenza. Duochrome platino trasparente dai riflessi dorati, rosa e pesca."
Vero, vero, tutto vero. Ed è anche dannatamente difficile cogliere quei benedetti riflessi in foto. Vi assicuro che il riflesso pescato si nota tutto, ed è veramente delizioso. Penso che questo ombretto sia il pezzo preferito della collezione e credo che possa diventarne seriamente dipendente fino alla fine dei miei giorni. Sono due giorni che lo uso come illuminante per illuminare tutto ciò che sul mio viso possa essere illuminato. Assolutamente splendido. Penso che assomigli vagamente a Vanilla di Mac, ma debbo farne uno swatch comparativo per esserne certa. Ad ogni modo è un pochino più polveroso nella texture, però gli si perdona tutto perché è altamente performante. Trovo che funzioni meglio se usato in piccole quantità: in questo modo si notano più i riflessi che se lo stratificassimo fino a fargli raggiungere il colore pieno.

OMBRETTO WOW: "Duochrome fucsia con interferenze color lavanda fluo. Da usare da solo o come topping su blush ed ombretti per stravolgerne i riflessi".
Io ve lo dico, questo ombretto da solo è già notevole di suo. Ho provato ad abbinarlo ad una matita nera ed è splendido, ora non vedo l'ora di provarlo con altri abbinamenti. Anche in questo caso la texture è un pelino più polverosa, ma comunque molto scrivente. La descrizione di Neve calza a pennello, è un bel fucsia medio con dei riflessi lavanda molto graziosi. Mi ricorda vagamente Lilac Wonder di Nabla, ma penso di dover controllare, credo che quest'ultimo abbia sia la base che i riflessi più freddi.

Ora è il turno dei blush!



In genere non sono fissata per i blush: avendo una carnagione molto chiara non posso permettermi tonalità troppo accese, e poiché io adoro le tonalità accese va da se che io mi esalti molto più per rossetti e ombretti che per il blush. Inoltre, puntando molto su labbra e occhi ho bisogno che la mia base viso non catturi troppo l'attenzione e rubi la scena al colore e alle forme del resto del trucco su cui voglio puntare.
E' proprio per questo motivo che ho amato questi due blush: sono discreti, non troppo vivaci, facilmente abbinabili (soprattutto per una Estate Assoluta come me, almeno così fui catalogata una volta).

CALM: "Delicato malva lattiginoso dal finish opaco. Innocente, ma non troppo".
Tralasciando la descrizione filosofica del colore, è davvero un bel malva tranquillo. Non fatevi ingannare dagli swatches: è immediatamente scrivente sulle guance, ma facilmente modulabile e stratificabile, che per me è un pregio. I blush dall'immediato payoff sono più difficili da sfumare e richiedono troppa attenzione per me.

NOWHERE: "Color pesca nude a sottotono beige. Caldo e modulabile"
Questa è l'unica descrizione con cui non sia d'accordo. Trovo che questo blush appartenga più all'area dei marroni rosati, del color biscotto chiaro.  Per finish e texture vale la stessa considerazione che ho fatto per Calm: è opaco, modulabile e stratificabile, un colore molto versatile.

Ecco i due gloss della collezione.


ALLEGORIA DELLA PRIMAVERA: "Delicato duochrome in base nude senape con riflessi rosa acceso. La sua speciale miscela cromatica è stata studiata per restituire un aspetto florido anche alle labbra più trascurate".
Ebbene, sono d'accordo. Normalmente il colore (un nude quasi arancio) sarebbe fin troppo caldo per essere portato da me agevolmente senza stridere con tutto il resto del mio incarnato. Quel lieve riflesso rosato, però, che non si costituisce di microglitter bensì di un leggero sentore rosa, smorza il calore del sottotono del rossetto e risulta davvero molto naturale sulle labbra. Quando lo indosso sembra davvero un nude perfetto. Per quanto riguarda la resa, è simile a quella degli altri Vernissage che ho recensito qui, anche se mi sembra che duri leggermente meno.

PLUM BRANDY: "Viola prugna dalla leggera iridescenza beige dorato. Texture coprente, carattere alcoolico e anticonformista".
Si, cara Neve, io so che tra me e voi c'è del feeling perché anche a me ricorda il colore di un bel bicchiere di vino e sono sicura che tra di voi si nasconda qualche avvinazzato facile alla sbornia <3 Vi adoro anche per questo, non temete. Fatemi una collezione 50 sfumature di birra e metteteci un ombretto dal nome Guinness e vi eleggo come miglior brand di sempre. Tornando al gloss, una volta applicato sulle labbra io ste sfumature di beige dorato non le percepisco proprio. Ad ogni modo è molto coprente, anche se l'applicatore preleva davvero poco prodotto alla volta, come quello di tutti i Vernissage, e bisogna fare più passate per coprire tutte le labbra. Ha una resa discreta, per essere un gloss. Io l'ho testato per un'oretta e stava ancora lì, ma non ho mangiato né bevuto, solo parlato.



Ieri ho fatto un makeup veloce per testare quasi tutti i prodotti della collezione.
Sugli occhi ho usato il blush Calm come ombretto di transizione, l'ombretto Date nell'angolo esterno (stranamente è molto funzionale anche per questo scopo, nonostante abbia un finish abbastanza luminoso). Sfumandolo molto si perde parte della luminosità e diventa adatto anche a dare un punto di definizione all'occhio senza catturare troppa luce in punti dove non ne vogliamo. Ho usato Lithium sulla palpebra mobile e Wow lungo la rima inferiore, applicato sopra una matita nera. L'ombretto Vodka ci ha gentilmente concesso la luce di un trilione di soli per illuminare arcata e angolo interno.
Sulle labbra ho usato il Vernissage Plum Brandy tamponato con l'ombretto Wow ed è seriamente...wow. Dei riflessi bellissimi!
Sulle guance ho Calm e Vodka. Adorabile combo.

CONCLUSIONI.

Volendo trarre le conclusioni, direi che questa collezione è davvero molto ben studiata e molto versatile. Con le tonalità selezionate si può agevolmente fare un trucco completo, salvo usare poi  una tonalità di transizione opaca, che nella collezione manca, per rendere il trucco più bilanciato nei finish e nelle texture. A tal proposito io ho usato uno dei blush, ma sicuramente un ombretto sarebbe più performante. Le iridescenze degli ombretti e i giochi di luce inusuali arricchiscono i colori della collezione e si prestano molto bene ad abbinamenti particolari e preziosi. Un esempio è la combo labbra da me utilizzata, che aumenta la durata del gloss e gli dona dei riflessi pazzeschi, andando a creare una nuova tonalità di rossetto. Gli ombretti qualitativamente migliori sono Lithium e Date, quelli dai colori più interessanti sono Wow e Vodka, ma questo è un mio mero parere personale. I gloss sono molto graziosi, anche se avrei preferito dei rossetti, e sono sicura che i blush presto diventeranno i miei migliori amici. Durano anche tantissimo!

La collezione debutterà il 23/03/2017 e ancora non ho avuto modo di conoscere i prezzi di ogni prodotto. Immagino che siano gli stessi di sempre, ma non si sa mai. Credo, poi, che facciano  qualche sconto sul sito per il lancio della collezione, quindi siate bene attenti e aguzzate vista e orecchie.

Io ora vi lascio, che si è fatta 'na certa.

Un bacione e ci sentiamo prossimamente!

Valeria

9 commenti:

  1. Ecco, aspettavo i tuoi swatches e ora sono più che sicura che, Lithium e Vodka saranno miei. *-*

    RispondiElimina
  2. Fantastica!
    Posso dirti che in realtà dal comunicato e dal sito non mi aspettavo niente di che, invece leggendo e guardando queste foto mi sembra proprio il contrario.
    I due blush che mi sembravano anonimi voglio provarli, perché come te non amo i blush eccessivi, ma questi sono delicati e i colori li adoro!!

    gloriamakeupfm.blogspot.it

    RispondiElimina
  3. Non vedo l'ora di andare nella mia bioprofumeria di fiducia per vedere questa nuova collezione! Mi ispirano un sacco i Vernissage! *.* Nuova follower, se ti va passa da me :* http://alitvb.blogspot.it/

    RispondiElimina
  4. Mannaggia alla miseria! I tuoi punti luce con vodka me l'hanno appena fatto infilare in wishlist XD
    Interessante la combo labbra wow+plumbrandy, io non ci avrei mai pensato! O meglio fosse stato un rossetto sì, ma non avrei mai pensato di farlo su un gloss!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho fatto comunque sul gloss già un po' secco, giusto per non fare un pastone haha XD <3 Vodka è seriamente adorabile!

      Elimina
  5. Gli ombretti sembrano stupendi! Credo prenderò Wow, Lithium e Vodka!

    RispondiElimina