domenica 11 gennaio 2015

Mulac Cosmetics Different Palette Review

Quando la Mulac mi ha contattato chiedendomi i miei dati per la spedizione dei prodotti in omaggio, non potevo crederci. Non avrei mai creduto che una collaborazione così imponente sarebbe capitata proprio a me, per cui ho passato intere settimane di stato costante di giubilio e galvanizzazione. 

Sebbene non possa definirmi in tutto e per tutto una fan de "La Cindina" come persona e come personaggio pubblico , apprezzo le sue doti creative e soprattutto, ho trovato subito molto interessante il concept che ha ispirato la linea makeup della quale lei è direttore artistico. 

Credo che , in questa sede, sia futile dedicarsi all'analisi e alla trattazione delle infinite e logoranti questioni dibattute nel mondo di blogger e consumers circa le politiche dell'azienda, la gestione delle collaborazioni, del sito e quant'altro,  poiché sono argomenti che in parte conosciamo, più o meno bene, tutte quante.

Oggi, invece , voglio focalizzarmi sui prodotti che mi sono stati inviati e sulle mie personalissime valutazioni in merito.

Nel momento in cui scrivo (21/12/2014) la Mulac produce una palette completa di eyeliner, 12 rossetti , 2 rossetti in edizione limitata natalizia (che io non posseggo) e provvederà a breve al lancio di due palette per il contouring e l'highlighting (Atene e Olimpia) , la prima avente i prodotti in crema, la seconda in polvere. (Aggiornamento :oltre le palette sono state messe in vendita anche le cialde singole da contouring)

La recensione di oggi sarà incentrata sulla palette in edizione limitata. 
(L'azienda avvisa la clientela che dal 10 Febbraio 2015 in poi ci sarà data l'ultima possibilità di acquistarla)


La Different palette è una palette che nasce con il presupposto di consentire la creazione di look sia soft che drammatici, sia neutri che colorati. E' una palette che ha l'ambizione di essere una palette completa, ed a mio avviso ci riesce in pieno. Sebbene presenti una gamma di colori abbastanza comuni, la selezione delle cialdine non può essere più felice. Questa palette consente di avere un'ampia gamma di tonalità e finish a disposizione : nella fila superiore vi sono 6 ombretti opachi, di cui tre neutri (On matt, Toast e Coffee) e tre colorati (Joy, Gipsy e Game); la fila inferiore presenta esclusivamente tonalità shimmer di cui le prime quattro neutre (On shimmer, Off, Blitz e Miss) e le altre colorate (Jade, Bubble, Titanic).




 Parliamo, ora, della qualità degli ombretti. Devo dire che è quasi impossibile fare un discorso unico, poiché la scrivenza e la resa variano quasi di cialdina in cialdina.

On matt: è uno degli ombretti con la scrivenza che preferisco. Opaco, pigmentato, estremamente sfumabile e poco polveroso. Lo uso soprattutto sull'arcata sopraccigliare e per aiutarmi nelle sfumature.

On shimmer: ha una consistenza stranissima, quasi "cremosa" e mi ricorda l'ombretto argentato della palette Electric di Urban Decay . Sebbene con questa texture sia difficile parlare di omogeneità e sfumabilità, poiché è difficile da lavorare soprattutto in zone ampie, esso consente di creare dei piccoli punti luce intensissimi, estremamente brillanti. E' un ombretto che a mio avviso va dosato bene per non incorrere nei limiti della sua texture , la quale potrebbe interferire con quella di altri ombretti.

Off: è un ombretto che inizialmente mi ha fatto storcere il naso. Credevo che un nero glitterato non fosse adeguato ad una palette che si ritenesse "completa" , perché poco utile al fine di scurire la piega in qualità di ombretto neutro, o di tracciare righe di eyeliner, azioni per le quali forse sarebbe stato più utile un nero opaco.
Ammetto che in parte mi sbagliavo. Ottimo per gli smoky, nel quale il suo scintillio è un'arma a suo favore che rende il colore più complesso e accattivante, è utile anche nelle piccole sfumature poiché, sfumando adeguatamente, il carico di glitterini vien perso quasi completamente ed appare come un normale nero opaco. Ha un'ottima scrivenza e sfumabilità.

Toast: è la versione più "aranciata" e ancora meno democratica di "Caramel" di Nabla, ma a noi piace così. Ha una buona scrivenza, ma è un po' polveroso. Nulla da dire nello specifico di questo colore, poiché non ha particolari problemi di texture e si è rivelato estremamente versatile. E' un jolly da usare quando si vuol creare una sfumature molto calda nella piega.

Coffee: è una punta di marrone medio e neutro che non poteva mancare in una palette come questa. E' un po' un tutto fare, ed è utilissimo in molte occasioni. La scrivenza è simile a quella di toast, il fallout minore. Ci piace!

Joy: sebbene l'azienda definisca questi ombretti come iperpigmentati (e insista spesso e volentieri su questo punto) e io abbia immediatamente fantasticato su quanto sarebbe stato bello trovare un giallo abbastanza freddo e scrivente, devo dire che questo ombretto ha vagamente deluso le mie aspettative. Il colore è splendido è inusuale (quasi tutti gli ombretti gialli non sono mai completamente opachi, hanno sempre tracce di una qualche luminosità o glitterino, e in genere virano su gialli più caldi), un bel giallo freddino ed intenso. Per ottenere una piena scrivenza, però, sono necessarie più passate: sembra che il colore non si fissi per bene sulla pelle e scivoli via al minimo accenno di sfumatura. Tuttavia, non è un problema particolarmente grave: riesco ad usarlo tranquillamente con un buon primer e una matita bianca che faccia da base di "rinforzo".

Gipsy: arancio acceso, ha una scrivenza ottima e pochissimo fallout. Mi piace tantissimo, la resa è ottima, la sfumabilità anche. Davvero non saprei cos'altro aggiungere.

Game: se dovessi descrivere la texture di Game, userei quasi le stesse parole che ho utilizzato per Joy. E' poco omogeneo, troppo sottile per fissarsi adeguatamente alla palpebra senza un buon primer e una matita che faccia da collante. E' , tuttavia, un gran bel viola.

Blitz e Miss: li recensisco insieme perché hanno esattamente le stesse qualità. Setosi, scriventi, sfumabili, senza fallout. Insieme ad On sono gli ombretti più riusciti della palette. Sono molto luminosi e versatili. Mi aspettavo che il colore, traslato sulla pelle, fosse più scuro e rispecchiasse maggiormente quello in cialda. La loro luminosità, però, li schiarisce appena. Nonostante ciò, credo che siano degli ombretti validissimi.

Jade: è un bel verde acqua/giada così come afferma il nome, luminoso e versatile. Scrive mediamente bene, ma i suoi riflessi sono un po' meno potenti di Blitz e Miss e rendono difficile l'utilizzo di questa tonalità come punto luce colorato. In compenso sulla palpebra fa un gran bell'effetto e consente numerosi abbinamenti con gli altri ombretti della palette.

Bubble: è un rosa molto intenso (ed anche un po' caldo, oserei dire) con vaghissimi riflessi lilla/blu. Ha delle belle perlescenze, media scrivenza (un po' come Jade) ed ottima sfumabilità (forse anche troppo XD). E' un colore vivace che arricchisce la palette di toni meno usuali rispetto ai classici marroni-verdini-bronzo-rame eccetera. Ottima scelta strategica.

Titanic: ormai sappiamo tutti che io ed il blu non andiamo particolarmente d'accordo, per cui non posso definirmi entusiasta di questo colore, sebbene capisca che la palette avrebbe avuto una grossa lacuna se privata di almeno un blu. Nonostante , in linea di massima, secondo le leggi dell'armocromia il blu (non troppo scuro) dovrebbe accordarsi ai miei colori (secondo Annalisa di Make Up Pleasure e Camilla di  The Deathberry sono un'estate assoluta), io proprio non riesco a trovarmici. Forse sbaglio il modo di usarlo o la tonalità scelta? Molto probabile. La verità è che ancora non ho fatto la pace con il blu e con tutta la sua gamma cromatica. La forte luminosità tipica degli ombretti shimmer di questa palette e la tendenza a schiarirsi leggermente negli swatch, però, rendono questo colore più facile da usare senza risultare troppo forte sul mio viso. La scrivenza è simile a quella degli altri ombretti shimmer, per cui media con un leggero fallout. Nulla di troppo impressionante, per cui credo che sia un ombretto sufficientemente versatile.

Eyeliner Precision: ho un rapporto d'amore e di odio con gli eyeliner a penna, perché tutti quelli che ho comprato si son sempre seccati troppo presto o hanno ricevuto danni alla puntina a causa degli ombretti sottostanti. Sono rimasta piacevolmente sorpresa nel vedere come questo eyeliner non si rovinasse a causa degli ombretti e rimanesse sempre intenso ed opaco, e soprattutto con una puntina sufficientemente fine da consentirmi di fare righe sottili e precise. E' un ottimo completamento per una palette a cui manca solo primer e mascara per consentire un trucco occhi completo!

Nel complesso credo che questa sia una palette di buona qualità, molto versatile e utile soprattutto per le persone che, come me, amano variare in continuazione le combinazioni dei colori usati, passando da tonalità più neutre ad accostamenti più stravaganti. L'ho trovata di grande utilità soprattutto in viaggio, poiché consente di avere un'unica palette un ampio raggio di possibilità, senza essere vincolati alla scelta di più palette, a costo di occupare più spazio in valigia.

Il prezzo è di 33,95 euro. Ricordo che all'epoca fece molto scalpore e risultò esagerato. Io mi colloco in una posizione meno estrema. E' certamente un prezzo alto rispetto ad altre palette in commercio, magari di qualità simile o addirittura superiore, ma ritengo che sia ugualmente equo considerando che con questo prezzo otteniamo 13 ombretti, un ottimo eyeliner ed una palette fornita di un ampio specchio. Perché siamo propensi a spendere anche di più per la Electric o la Naked, siamo disposte ad affrontare le spese di un'eventuale dogana per le varie Lorac palette, i prodotti Anastasia Beverly Hills eccetera e ci sconvolgiamo se un prodotto italiano con delle ottime premesse costa di più di quanto ci aspettassimo?

Reperibilità: attualmente i prodotti Mulac sono reperibili unicamente sullo store online http://www.mulaccosmetics.com/

La settimana prossima recensirò quelli che, a mio modesto avviso, sono il fiore all'occhiello della Mulac: gli Wacky Lipsticks!

Vi lascio qualche look fatto con i prodotti Mulac <3

Baci,

Valeria.







12 commenti:

  1. Che belli i look che hai fatto con questa palette Vale *_*
    Anche io amo molto questa palette quando sono in viaggio, porto solo lei e questa secondo me è un grande punto a favore ^:^

    RispondiElimina
  2. Come sempre i tuoi make up sono fantastici! :D

    RispondiElimina
  3. Questa palette mi piace perché contiene al suo interno davvero tutto e secondo me si possono creare tanti bei look diversi, portare tranquillamente solo questa in viaggio.. sono sempre stata tentata nel prenderla ma se penso a tutti gli ombretti che ho, elimino immediatamente l'dea dalla mia testa! XD
    come solito ADORO i tuoi makeup!

    RispondiElimina
  4. Questa palette mi piace ma non mi ha mai convinta fino in fondo da convincermi ad acquistarla nonostante ci siano colori che mi fanno andare in brodo di giuggiole...ma condivido pienamente il tuo pensiero relativo al prezzo....spendiamo anche di più per palette "famose" e il prezzo non mi sembra cosi esagerato (quello delle palette viso invece per me è totalmente fuori dal mondo)!
    Comunque amo i look che hai creato, l'ultimo è stupendo, sia il trucco che la collana :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fede! <3 Comunque spero che un giorno possano venderla anche in negozi fisici, così da permetterci di swatchare i prodotti Mulac e di acquistare con cognizione di causa XD

      Elimina
  5. Ho adorato tutti i look che hai realizzato, davvero troppo belli! :*

    RispondiElimina
  6. Mi trovo d'accordo con la tua recensione, e amo i tuoi makeup *.* cercherò invano di riprodurli, sappilo xD baci

    RispondiElimina