giovedì 5 dicembre 2013

MAC VIVA GLAM NICKI I LIPSITCK

Buongiorno a tutte, mie piccole donzelle.

Oggi è la volta di un prodotto nei confronti del quale ho un rapporto di amore/odio: il Viva Glam Lipstick Nicki I, prodotto dalla MAC.
Ormai penso che tutte sappiate la differenza tra i classici rossetti MAC  e quelli Viva Glam, ma qualora non la conosceste, ve la spiegherei io brevemente.

Periodicamente, la MAC seleziona un'icona di stile nel mondo dello spettacolo e le dedica una collezione che presenta la dicitura "Viva Glam" con accanto il nome dell'artista.Il ricavato della vendita, è devoluto interamente alla ricerca per l'AIDS, cosa che trovo molto bella ed utile.Unire un marchio blasonato come la MAC,i cui prodotti sono garanzia di qualità, e la sponsorizzazione e l'attenzione attirata grazie ad un personaggio famoso , nonché il costo non propriamente modesto ma neanche eccessivamente dispendioso di questi rossetti, fa felice tutti:la MAC e l'artista scelto per la pubblicità reciproca, gli acquirenti per la bellezza e l'unicità del prodotto acquistato, la ricerca e la scienza per i proventi.

I colori della linea Viva Glam sono sempre molto particolari, assolutamente non canonici.






Io impazzii subito per il Viva Glam Nicki I, un rosa acceso con una forte componente corallo, che sulle mie labbra ha un effetto quasi neon.

Il colore è pazzesco e accesissimo, difficile da descrivere con precisione, e varia molto a seconda del colore delle labbra di chi lo indossa.Proprio il colore costituisce il mio maggior problema: pur amandolo alla follia, non sono sicura che mi stia bene :S L'ho acquistato in un momento di pazzia durante la mia visita al negozio MAC di Dublino (ero incerta se prendere questo o il celeberrimo Candy Yum Yum) e non credo fossi nel pieno delle mie facoltà mentali (entrare dalla MAC con dei soldi in mano mi manda sempre in visibilio e nuoce seriamente alla mia salute).

E' un rossetto molto caldo, per cui , dopo un'attenta riflessione sui miei errori, mi sento di sconsigliarlo su: coloro che sono particolarmente pallide (indipendentemente dal sottotono), coloro che hanno un sottotono freddo/rosato,coloro che sono pallide e con un sottotono spiccatamente freddo.Non dico che possa stare propriamente male, ma ecco, non credo che valorizzi la bellezza di una ragazza dall'incarnato chiaro e che la invecchi un po'.
Ovviamente queste sono generalizzazioni e posso esistere eccezioni alla regola,quindi potete farne ciò che volete.
Donne avvisate,...già sapete come continua XD

Penso che invece possa sposarsi bene con una persona dall'incarnato dal medio in poi, dal sottotono caldo/giallo o pesca.Sui toni olivastri non ho conoscenza alcuna, quindi non saprei dire.

Passiamo ora alla descrizione delle qualità del rossetto.

Il finish è un "satin", il che vuol dire  che in teoria dovrebbe avere la coprenza di un "matte"  pur mantenendosi leggermente più brillante, satinato.La stesura è molto facile e copre alla prima passata,tuttavia, sia per il colore acceso che per il mio contorno labbra poco definito, trovo necessario perfezionare i bordi con un pennellino.Sarebbe ancora meglio avere una matita per contornare le labbra, ma sono sprovvista di una matita trasparente e trovo difficoltà a trovarne una colorata il cui colore si sposi bene con quello del rossetto, senza alterarlo.

La durata è, come al solito per i rossetti satin, molto buona.Dura sicuramente più di un paio d'ore praticamente intonso, dopodiché , in virtù della sua maggiore cremosità, comincia a depositarsi un po' nelle pieghine interne (questo però potrebbe farlo soltanto a me perché le mie labbra sono effettivamente piene di pieghine).Io risolvo il problema strofinando le labbra tra loro,oppure tamponando con una velina.Tuttavia con questo metodo viene persa parte della brillantezza del colore e della morbidezza della texture. 

Se voi ne disponete, consiglio di abbinare il rossetto alla stesura di un primer trasparente , riempitivo e fissativo sulle labbra, come il Prep + Prime della MAC.

Questo rossetto macchia le labbra come pochi, quindi non solo è difficile da struccare (nonostante lo struccante bifasico, l'olio di cocco e compagnia bella) ma starete certe che quando tutta la parte cremosa se ne sarà andata, rimarrà ugualmente un film sottile a coprire le labbra.In questo caso il rossetto diventerebbe di un bel rosa barbie (almeno sulle mie labbra praticamente bianche), perdendo un po' della componente corallo.

Piccola postilla sul finish: essendo satin, e per di più un colore chiaro,è molto luminoso e tende ad accentuare eventuali imperfezioni delle labbra,soprattutto la secchezza.Su di me, infatti, che ho le labbra non proprio liscissime, bensì piene di pieghine dovute a screpolature passate e recenti (non sul bordo esterno, proprio sulla mucosa), va ad evidenziare un po' questi elementi,facendole apparire più rugose di quanto non siano.

Penso di aver detto tutto.E comunque, dichiaro aperta la sfida.Provo sempre molta difficoltà ad abbinare questo colore particolarissimo ad un trucco occhi che non sia il solito trucco neutro oppure il trucco indossato da Nicki Minaj nella foto promozionale.Siccome non mi piace avere prodotti buoni ( e soprattutto abbastanza costosi) inutilizzati, mi sforzerò di trovare , nei prossimi giorni, delle alternative colorate  da abbinare sugli occhi!Continuate a seguirmi! 

Tanti baci,

Valeria.

6 commenti:

  1. Pallida con sottotono rosato a rapporto!XD
    Però mi piace tanto questo colore accidenti, ma proprio per questo non lo prendo mai....:-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non fare il mio stesso errore ç_ç fai così : se un giorno ne hai la disponibilità, passa da mac con un trucco neutro sul viso e nulla sulle labbra, così puoi provarlo e vedere come ti sta in varie condizioni di luce <3

      Elimina
  2. Nemmeno io ero convintapotesse starmi bene, e nonostante la bellezza del colore l'ho lasciato lì. Stesso dilemma per l'esuberant di chanel xD

    RispondiElimina
  3. Ci credi se ti dico che non mi ha mai attirato xD

    RispondiElimina