domenica 8 dicembre 2013

Catrice Skin Finish Compact Powder

Buongiorno a tutti!

Se mi seguite sulla pagina di facebook vi sarete aspettate un bel video tutorial, piuttosto che una recensione, e invece eccomi qui, a parlare di un prodotto che ho odiato con tutto il mio cuore ma che mi costringo a terminare. <3

Ieri avrei voluto tanto girare un tutorial, ma nel momento in cui avrei dovuto accingermi ad accendere la telecamera, una serie di sfortunate coincidenze è accaduta.Innanzitutto ero in ritardo (sarei dovuta scendere di lì a poco); in secondo luogo avevo perso l'ispirazione.

Ma bando alle ciance e parliamo di questo prodottino che mi ha lasciato alquanto sbigottita.

Credo che acquistare una cipria adeguata per una pelle secca sia un terno a lotto per una serie di motivi.

La cipria è un prodotto molto ambivalente, perchè da essa ci si aspetta una molteplicità di funzioni che non sempre è possibile riscontrare, in maniera combinata , in un unico prodotto (e io direi:tanto meglio!).Le si chiede di mattificare, di tenere a bada il sebo, di far da base, di essere leggermente coprente oppure assolutamente trasparente , di far durare più a lungo il fondotinta, di non essere polverosa, di non evidenziare le imperfezioni (pellicine , pori ecc) e di essere "invisibile".

La cipria è un prodotto in polvere, per cui ha una presa maggiore se la superficie di base su cui poggia è leggermente "cremosa" , come solo una pelle grassa/mista sa essere.In commercio, tuttavia,la maggioranza delle ciprie sembra avere la specifica funzione di "asciugatrice di sebo" e garante del controllo lucidità nella zona T. 

Va da se, quindi, che vi siano poche ciprie formulate specificamente per pelli secche, magari con un finish satinato/luminoso e il cui unico scopo sia quello di far durare a lungo il makeup. 

Attualmente sono ancora alla ricerca di una cipria che non faccia apparire la mia pelle come quella di una vecchietta <3

Dopo questa premessa, ritorniamo a noi.

Quando ero giovane e idiota inesperta, ritenevo che la cipria fosse un elemento assolutamente indispensabile per qualsiasi occasione/trucco , e soprattutto ero armata della convinzione per cui le ciprie avessero tutte formulazioni simili e andassero bene per chiunque.Non capivo, pertanto, perché facessero tutte così pena sulla mia pelle.Ritenevo che fosse colpa della qualità delle ciprie acquistate, e non del finish sbagliato.Fu così che passai da una cipria all'altra (essence compatta, Catrice in polvere libera, Kiko trasparente ecc) senza assoluta consapevolezza di ciò che stessi acquistando,sdegnata dalla presunta scarsa qualità del prodotto che avevo tra le mani.

L'ultimo acquisto (sbagliato) a cui giunsi fu questo: Catrice Skin Finish Compact Powder.

Swatchandola sul dorso della mano, alla coin, fui subito colpita dalla consistenza setosa di questo prodotto, pensando erroneamente che avrebbe dato lo stesso effetto alla mia pelle.

Una volta applicata,infatti,dona un aspetto levigato e vellutato da vera bambola di porcellana che stupisce piacevolmente l'acquirente.Il problema si propone pochi minuti dopo:la pelle appare secca, incartapecorita, e soprattutto sembra che lasci il fondotinta a chiazze.

Ho provato molteplici volte a dare una chance a questo prodotto, applicandolo in mille modi diversi:ho aspettato che il fondotinta (liquido) fosse completamente asciutto,l'ho applicata con il fondo appena steso (questa è stata l'applicazione peggiore),l'ho stesa con un classico pennello da cipria, con la spugnetta, con un kabuki,con un pennello da sfumatura ciccione solo nelle zone interessate ecc.Nulla, sul viso da sempre un effetto pesante, polveroso,chiazzato, disomogeneo.

Le uniche applicazioni che recentemente mi hanno soddisfatto sono state quelle in cui la cipria è stata usata come base per il fondotinta minerale (come letto sul blog di Miss Haul, non ricordo in quale articolo) oppure come fissante per il fondotinta minerale (essendo entrambi prodotti in polvere , penso siano più compatibili e miscibili tra loro, evitando in parte l'effetto a chiazze che da il fondotinta liquido).

L'unico aspetto positivo che son riuscita a trovare a questa cipria è il colore ed il fatto di essere leggermente coprente.Pur apparendo rosata, sembra adattarsi perfettamente al mio tono di pelle neutro/caldo , sebbene chiaro.(Ps: il numero è ormai illegibile xD)


Mi dispiace molto per l'acquisto sbagliato, e ci tengo a sottolineare che queste sono le impressione di una ragazza avente la pelle tendenzialmente secca e ricca di pellicine,e soprattutto alle prime armi con l'utilizzo della cipria.Non vorrei precludervi dal dare un'opportunità a questo prodotto: altre persone me ne hanno parlato molto bene, specialmente coloro in possesso di una pelle mista/grassa!
Ps: controllando sul sito, però, non riesco a trovarla tra i prodotti viso, sebbene ultimamente io sia stata ad uno stand catrice e l'abbia vista.Che l'abbiano messa fuori produzione? 










Per oggi è tutto!

Tanti bacini,

Valeria.

2 commenti:

  1. Io ho la pelle mista che si lucida molto e mi trovo bene con la Hollywood di Neve Cosmetics. Ho sentito che la Nude sempre di Neve si adatta bene alla pelle secca, se hai la possibilità provala.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *o* ne avevo sentito parlare, ma ero ancora incerta!Ora che mi hai dato un'ulteriore conferma sono più sicura...a breve vorrei provarla!Grazie del suggerimento ;)

      Elimina