domenica 29 settembre 2013

Skincare Routine

Buon giorno!

Oggi si parla di un argomento essenziale non solo per ogni ragazza, ma anche per ogni persona che voglia avere una pelle sana!

L'argomento del giorno è quindi la Skincare Routine, ovvero quei gesti abituali che facciamo per prenderci cura della nostra pelle e mantenerla pulita.

Non sono una dermatologa e non mi fingo esperta dell'argomento.Tutto ciò che so è dovuto alle mie ricerche online, alla mia consultazione con la mia farmacista di fiducia,al mio medico curante e a del comune buonsenso.Ho avuto modo di informarmi per riuscire a selezionare le mie abitudini , seppur limitate, in maniera consapevole e più consona al tipo di pelle.Prima di usare questi accorgimenti versavo in condizioni assai peggiori, pur usando meno makeup: la mia pelle era perennemente screpolata (le mie labbra erano spesso cosi spaccate da zampillare sangue e impedirmi di sorridere), spesso avevo degli sfoghi sottocutanei fatti di macchioline rosse in rilievo e non erano rari saltuari brufoli mastodontici sul naso e sul mento (i punti che struccavo con meno efficacia).Vi riporto di seguito le fonti principali della mia conoscenza.

Preparatevi,sarà un articolo lungo.

Ovviamente una skincare routine adeguata è indispensabile per diversi motivi.

Leggiamo prima cosa riporta il sito di Alkemilla, azienda produttrice di prodotti bio, sulla pelle e sulla sua cura (link diretto al sito qui)

"[...]A livello basale avviene una continua produzione di cellule; esse subiscono “una spinta verso l’ alto”, fino in superficie, per andare a ripristinare le cellule ormai essiccate dello strato corneo. Infatti, durante la salita, le cellule (cheratinociti) subiscono delle variazioni ed uno schiacciamento verso l’ alto in un processo chiamato di cheratinizzazione.
[...]Per mantenere l’ equilibrio dell’ epidermide, fra rigenerazione e perdita, le cellule prodotte a livello dello strato basale devono essere in uguale quantità a quelle eliminate a livello dello strato corneo.
Il tempo impiegato da una cellula dello strato basale per raggiungere lo strato corneo è compreso tra i 10-14 gg; altri 10-14 gg occorrono poiché una cellula attraversi lo strato corneo prima di essere eliminata. Quindi, il tempo di turnover, in condizioni fisiologiche è di 20-28 gg.


Praticare abitualmente uno scrub su viso e corpo, favorisce l’ eliminazione di “cellule morte” dallo strato corneo aiutando a mantenere equilibrato il turn over cellulare in modo da garantire alla cute luminosità e setosità."

Si capisce immediatamente, dunque, come sia importante operare costantemente , ma non eccessivamente, una continua azione di rimozione delle cellule morte per favorire una più agevole rigenerazione cellulare.
Ovviamente quest'operazione non risulta necessaria esclusivamente in virtù di una maggiore gradevolezza estetica, ma anche per far si che la propria pelle possa essere più sana.

Leggiamo , infatti, quali sono le funzioni della cute e perchè è necessario prendersene cura:

"- Termoregolazione, grazie ai vasi sanguigni cutanei e alle ghiandole sudoripare eccrine, mantiene il corpo ad una temperatura costante (circa 37° C)
- Barriera protettiva: salvaguarda gli organi interni opponendosi al passaggio di microrganismi come batteri, funghi o virus
- Protezione dagli stimoli meccanici
- Senso del tatto
- Protezione dalla corrente elettrica
- Protezione dalle aggressioni esterne come freddo, caldo, umidità, aria secca e raggi UV
- Relazioni con l’ ambiente esterno grazie ad una fitta rete nervosa
- Secrezione di sostanze come sebo e sudore ed eliminazione di prodotti di scarto
- Assorbimento di prodotti e sostanze applicati dall’ esterno, ruolo svolto principalmente dallo strato corneo.

La cute disperde acqua attraverso un’ evaporazione impercettibile verso l’ esterno, la perspiratio insensibilis. Inoltre, avviene una perdita anche attraverso la secrezione delle ghiandole sudoripare, perdita influenzata da fattori quali strato corneo alterato, clima secco, ecc.
Invece, all’ idratazione naturale della cute, provvedono gli acidi grassi presenti nello strato corneo a livello degli spazi intercellulari ed il fattore di idratazione naturale o NMF, il quale è costituito da sostanze come amminoacidi liberi, acido lattico, urea, che trattengono l’ acqua e, quindi, ne impediscono la dispersione.
Lo strato corneo privato di NMF diventa rigido e fragile, per cui è fondamentale garantire l’ idratazione della propria Cute applicando creme ed unguenti dall’ azione emolliente. Si definiscono sostanze idratanti, tutte quelle che penetrano attraverso la barriera cutanea (attraversano facilmente la barriera degli acidi grassi essendo liposolubili o liofile), impediscono la dispersione idrica cutanea, cioè trattengono acqua e ne aumentano il contenuto."

Da questo piccolo segmento di testo, estratto dal sito Alkemilla, possiamo quindi trarre tutte le indicazioni essenziali che ci permettono di indirizzarci verso una corretta routine.

Innanzitutto dobbiamo conoscere il nostro tipo di pelle e scegliere dei prodotti adeguati alla tipologia nella quale si rientra : prodotti troppo sgrassanti possono definitivamente alterare il fattore di idratazione naturale e gli acidi grassi di una pelle tendente al secco, mentre prodotti troppo delicati possono avere un effetto nullo su una pelle troppo grassa.Ogni pelle, inoltre, ha le sue problematiche specifiche.Nulla meglio dell'esperienza personale ci può indicare quali siano le azioni adeguate da intraprendere per prendersene cura.
In genere le case cosmetiche propongono linee dedicate alla skincare divise in diverse tipologie, ognuna dedicata ad un tipo di pelle diversa, dalle azioni e dalle proprietà specifiche.

Il primo step per poter avere una pelle sana è la pulizia.
Sembrerà banale, ma una buona pulizia è sempre il primo passo verso la "redenzione".Esistono migliaia di prodotti che assolvono a questa funzione, tutti dall'azione più o meno intensa.I più blandi, come saponette,saponi liquidi,struccanti,latte detergente, sono utili per un'azione giornaliera, poiché non sono estremamente sgrassanti.Prodotti come maschere,scrub esfolianti, creme da peeling eccetera propendono per un'azione più decisa, adatta all'uso costante ma disperso nel tempo (1-2 volte a settimana massimo).Abusare di questi prodotti vuol dire alterare l'equilibrio della pelle e , invece di scongiurare brufoletti e punti neri, renderla ancora più sensibile e a rischio.

Io ho la pelle molto sensibile e con una forte tendenza a seccarsi, per cui posso usare solo prodotti delicati.

I prodotti che uso per detergerla sono questi:

 Garnier Skin Naturals Sensitive essential: Struccante bifase 2 in 1:è il mio struccante preferito, mio alleato nella battaglia contro il trucco waterproof e contro gli aloni di matita intorno agli occhi.
Lo uso sul pannetto in microfibra che vedete di seguito.Inumidisco il pannetto e poi verso un po' di struccante, procedendo alla pulizia.
 Dopo essermi struccata rimuovo tutti i residui tramite una saponetta de "I Provenzali" al burro di Karitè. Quest'ultimo è noto per le sue proprietà idratanti, per cui è perfetto per detergere senza risultare aggressivo.(La foto qui riportata non è mia, ma è stata tratta da questo sito http://makeupmakeof.wordpress.com/2010/11/24/let%E2%80%99s-talk-about-i-provenzali-linea-saponette-vegetali-extrafine-miele-e-propoli-burro-di-karite/ )


Step 2 : idratazione

Dopo aver deterso con cura la pelle è necessario riportarla ad un grado di idratazione accettabile, qualora avesse perso parte delle barriere e degli acidi grassi necessari a mantenerla elastica.

Per far si che la pelle conservi il suo grado di umidità, si consiglia di utilizzare un tonico.

" Il tonico per il viso ha infatti l’importantissima funzione di mantenere inalterato il grado di umidità della nostra pelle, essenziale affinché si mantenga sempre morbida e idratata.Il tonico per il viso è una lozione a base di sostanze leggermente acide che aiutano la pelle a mantenere inalterato il suo grado di acidità. Per chi non lo sapesse, infatti, la pelle ha un pH leggermente acido e se cambia, a causa di saponi o prodotti troppo aggressivi, può danneggiare la pelle favorendo la comparsa dei più comuni inestetismi, quali pelle secca o grassa (a seconda della propria predisposizione), acne, pelle spenta e opaca, rossori, rughe e così via." 
(Testo tratto dal sito http://www.ilmiomakeup.it/tonico-per-il-viso-cosa-serve/ )

Io sono una capra, nonchè pigra cronica, per cui dimentico puntualmente di comprarlo xD Sono sicura che la mia pelle mi ringrazierebbe se usassi anche un tonico.
Cosa mi consigliereste? Ad ogni modo, se non avete particolari esigenze , potere saltare lo step del tonico e passare direttamente a quello della crema idratante.

E' bene applicarla quando la pelle è ancora umida: facendo in questo modo si favorisce l'assorbimento e si fa si che inglobi anche quella percentuale di acqua di cui ha bisogno.La crema, infatti, penetra le barriere della pelle, portando con se anche l'acqua depositata sul viso e andando a reidratare il tessuto.

"Si avrà un maggiore effetto idratante se la superficie cutanea viene prima inumidita e poi si applicano le sostanze idratanti; in questo modo, tali sostanze avranno più acqua da trattenere, per la loro proprietà igroscopica. Dopo un’ accurata detersione, Alkemilla consiglia l’ applicazione del tonico prima della stesura della crema specifica."


Io uso un'unica crema , che penso valga tutto l'oro di questo mondo per me xD

E' l' Avène Hydrance optimale Riche, formulata per pelli sensibili secche e molto secche.

E' una crema molto corposa e, come dice il suo stesso nome, ricca.Molti la usano come crema notte, preferendo una versione più leggera (che la stessa marca provvede a mettere in commercio) per il giorno.Io conosco le esigenze della mia pelle, per cui preferisco usarla sia la mattina che appena dopo struccata.Lascia la pelle vellutata e la idrata profondamente.Essendo così "pesante" ne va usata poca.Nonostante la sua consistenza si assorbe molto bene, non lasciando residui grassi e oleosi sulla pelle, lasciandola anzi piacevolmente elastica.Non ha un INCI completamente verde, ma è l'unica crema che mi soddisfa veramente.Spero di poter passare ad un'alternativa bio a breve :)

Degli speciali prodotti vanno usati per le labbra, che hanno esigenze diverse rispetto al resto del viso essendo fatte di mucosa.Il mio burrocacao preferito è Vebix 

Trovo che oltre che svolgere un'azione protettiva,schermando le labbra dagli agenti esterni, riesca anche ad assolvere abbastanza egregiamente ad un'azione riparatrice.Ovviamente penso che in commercio possano esistere alternative più emollienti ed idratanti, ma non ne conosco.Vi consigli di spulciare nei siti che rivendono prodotti bio per trovare prodotti dall'azione profondamente idratante :)

Infine, immancabile nella mia routine giornaliera, e praticamente usato come jolly c'è lui, il mio olio preferito:

Lo uso un po' ovunque, sulle zone del viso che a volte riportano screpolature, sulle mani, come base per il fondo minerale (si, lo so, sembra una follia, ma per la mia pelle arida è perfetto se in quantità minori di una goccia) e persino come impacco per i capelli.Penso di sostituirlo a breve con il karitè puro e con l'olio di cocco <3


Ps: a proposito di crema per le mani, ultimamente sto usando

Mi è stata consigliata dall'estetista.Costa poco e fa una buona azione idratante.Non ho le mani screpolate, per cui non so dirvi se sia in grado di riparare eventuali aree problematiche, ma per delle mani nella norma, leggermente secche, è un ottima crema.

Pps: dite ciao al mio allucione in foto!



Spero di esservi stata utile, almeno un minimo.

Tanti baci,


Valeria <3


5 commenti:

  1. Ottimo post, molto informativo *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!Era proprio questo il mio intento *-* spero che sia utile a chi si troverà a leggerlo!

      Elimina
  2. Dettagliata! Nuova follower! :)

    http://theworldofjosephina.blogspot.it/
    kiss kiss

    RispondiElimina
  3. Quanti bei prodotti! Io ultimamente sto rientrando nella mia skincare invernale -che prevede step molto simili ai tuoi- dopo averla trascurata un po' quest'estate.
    Il detergente Garnier sembra molto interessante :)

    RispondiElimina