venerdì 27 settembre 2013

I DUPES, questi sconosciuti!

"Ogni giorno, in ogni città, una ragazza si sveglia e acquista un prodotto di alta profumeria.Ogni giorno, nella stessa città, un'altra ragazza si sveglia e va alla ricerca del dupe perfetto per quel prodotto"
[cit. me stessa in questo preciso istante XD]


Molto spesso mi capita di parlare di dupe a persone che non sono appassionate di makeup ed aggiornate sui trend del momento, ma si truccano comunque abitualmente.Altrettanto spesso, alla parola "dupe",mi vedo rivolgere sguardi perplessi, interrogativi.

Cosa sono i dupes?
La parola vuol dire propriamente "ingannare" , ma anche "controtipo". (Traduzione qui).
Se applicata in ambito beauty & makeup, questa parola assume una sfumatura di significato radicalmente diversa.Possiamo anche parlare di Fac-Simile.

Per dupe si intende l'imitazione di un prodotto (generalmente di alta profumeria, quindi più costoso) da parte di un altro marchio, che si occupa di metterne in commercio una versione simile ma ad un prezzo generalmente inferiore.

In genere è ciò che accade quando scoppia una moda e tutte le marche di qualsiasi ambito operano una spietata concorrenza, l'una verso l'altra, per offrire al mercato il prodotto qualitativamente migliore oppure meno costoso.
Quelli più replicati sono solitamente quei pezzi "rari" e "costosi" che segnano il trend del momento: che si tratti di uno smalto in edizione limitata Chanel, di un rossetto mac , di un mascara Givenchy,non c'è fine all'imitazione.
Ovviamente è impossibile mettere in commercio la copia esatta di un articolo, sia perché credo che le formule dei prodotti di successo siano tenute rigorosamente segrete , sia perché credo sia giuridicamente inammissibile e soprattutto perseguibile per legge XD.
Altrettanto ovviamente i dupe non sempre possono essere ritenuti di buona qualità:è possibile infatti imbattersi in oggetti troppo diversi dall'originale (fattore che renderebbe la nomenclatura "dupe" inutile per quel prodotto) oppure di qualità scadente.
Esistono tuttavia prodotti che sembrano fatti appositamente per attirare coloro che non hanno voglia, modo o necessità di spendere denaro per un "articolo di lusso" che non sia strettamente necessario e che propendono per un acquisto a prezzo "modico", sacrificando magari alcune delle caratteristiche che rendono il prodotto originale unico nel suo genere in virtù di una discreta somiglianza.
Alcune volte i dupe sono anche migliori dell'originale!

La caccia al dupe è spesso divertente e creativa dato che molto spesso, in mancanza del prodotto specifico, ci si inventa di tutto per raggiungere l'esatta copia di quel prodotto che vorremmo acquistare, magari combinando due prodotti tra loro ecc.. (ecco come ho imitato un lip tar della occ mescolando lucidalabbra e pigmento giallo!Qui il video incriminato!)

E' necessario, però , per non imbattersi in prodotti di dubbia qualità (fate attenzione, ragazzi, sono sempre in agguato, dietro ogni angolo!),operare vere e proprie ricerche informandosi sul web, spulciando tra i blog e gli swatches* delle blogger,girando tra le profumerie e testando in prima persona.Insomma, l'arte della "caccia al dupe" non è così semplice come vuol apparire e soprattutto richiede pazienza e diversi tentativi (spesso fallimentari, dato che i prodotti riservano molte sorprese con il passare del tempo.Ci si potrebbe infatti accorgere in un secondo momento che le luci del negozio in cui li si è acquistati ne avevano camuffato il vero colore, oppure che abbiano una texture diversa dal previsto, una durata pessima ecc).

Credo che quella del dupe sia una delle poche mode di cui condivido "l'ideologia" di fondo.E' infatti meraviglioso che una persona possa avere a disposizione un oggetto che desidera e che magari ritiene eccessivamente dispendioso per le proprie tasche o le proprie esigenze.Si pensi ad esempio ad una donna che non si è mai truccata in maniera colorata e vuol iniziare a fare esperimenti.Ipotizziamo che voglia provare un rossetto di un bel rosso intenso.Magari un rossetto Chanel.
Ovviamente, a meno che non sia in una condizione economica tale da potersi permettere acquisti superflui , non può permettersi di sprecar denaro in prodotti costosi che potrebbero non soddisfarla.Ha dunque diritto ad un prodotto di buona qualità che riesca ad imitare "quel rossetto chanel che mi piacerebbe tanto provare ma che ho paura mi stia da schifo".
Oppure pensiamo ad una ragazzina che ama i colori e che ha una paghetta settimanale minima, con cui le è stato imposto di badare ai suoi "sfizi" superflui.Vorrebbe avere tanto quell'Aqua Color MUFE così colorato e vivace, ma costa tanto per le sue tasche e non può permetterselo.Si imbatte nei color Tattoo Maybelline e gli occhi le si illuminano: ecco, ha trovato qualcosa con cui iniziare a sperimentare!

Qui di seguito vi porto qualche esempio di dupes:



Foto estratta da questo blog


Foto estratta da questo blog


Foto estratta da questo blog



Vi segnalo il sito Temptalia che, oltre ad avere swatches di tutti i tipi, ha anche un'interessante rubrica dei dupe, in cui è possibile inserire il nome del prodotto originale ed avviare la ricerca per ottenere la lista delle alternative.

Ho scritto questo articolo per venire incontro alle tantissime persone che ogni giorno si chiedono cosa diamine sia un dupe e, anche se possono intuirne facilmente la risposta girovagando per il web, un articolo del genere può semplificar loro la vita e far risparmiare molto tempo.

E voi? La avete aperto la caccia al dupe?
Fatemi sentire la vostra voce !

Tanti baci,


la vostra Valeriuccia.


*swatches: Uno swatch è una prova del prodotto fatta sulla propria pelle e generalmente fotografata.E' condotta allo scopo di testare il prodotto (es. verificarne il colore, la consistenza, la durata) e per mostrare i risultati agli altri (generalmente sul proprio blog XD)


Nessun commento:

Posta un commento