domenica 29 settembre 2013

Colour Me Up! Smoky Colorato del Sabato Sera.

Salve a tutti!
Ecco un piccolo aggiornamento del mio look da sabato sera!

Dopo aver notato che i trucchi grafici stonano un po' con la forma del mio occhio, ho deciso di darmi agli smoky, almeno per la sera.Che dire, ieri avevo proprio voglia di colore!Ho trovato che gli smoky colorati siano molto più semplici da eseguire di quelli scuri, il cui colore può essere difficile da gestire.

Passiamo subito alle foto e poi al procedimento!


Ho usato una base color carne su tutto l'occhio e l'ho lasciata asciugare.
Subito dopo ho sfumato un po' di rosa chiaro nella piega, applicandolo con un pennello da sfumatura (227 Soft Definer Zoeva).Ho steso sulla palpebra mobile un ombretto in crema viola,cercando di sfumarne i bordi quanto possibile, senza andare oltre la piega.Tra il viola e il rosa chiaro ho inserito un po' di un fucsia molto acceso, rimanendo al confine tra i due colori e senza estendermi troppo verso l'alto.Con un ombretto viola in polvere ho reso il passaggio tra il viola in crema e il fucsia più graduale (si sa, gli ombretti in crema sono difficili da sfumare; aiutarsi un po' con un ombretto in polvere dello stesso colore può aiutare nel rendere il gradiente di colore più graduale e meno netto, insomma, più smoky xD), applicandone giusto un pelino nella piega.Ho illuminato l'angolo interno con un verde lime e ho passato l'eyeliner blu.Sotto l'arcata ho inserito un po' di color carne e un pizzico di bianco.Ho applicato un filo di eyeliner nero all'attaccatura delle ciglia, per dare comunque definizione al mio sguardo (non riesco ad immaginare un trucco così acceso senza un tocco di nero!) e infine ho concluso con le ciglia finte.Ho applicato un po' di matita bianca nella rima interna e un po' di ombretto marrone sulla palpebra inferiore, all'angolo esterno.
Ho dato una passata di mascara sulle ciglia superiori e inferiori.Sul viso ho steso il mio fondo abituale,un po' di correttore sulle occhiaie e ho dato un po' di colore alle guance con un blush rosato, non troppo freddo.Sulle labbra ho usato un rossetto malva-nude e ho tamponato un po' di color ciliegia all'angolo interno. (nella foto in basso non si vede perché lì non l'avevo ancora applicato xD)


PRODOTTI USATI:

BASE VISO:
"Toleriane Teint" La Roche Posay
Correttore "Stay All Day 16h" Essence n°10
Blush di una marca sconosciuta pescato dal mio cassetto XD

OCCHI:
"Soft Ochre" Paint Pot MAC
Soul Color Viola Astra 
Mini Candy Eyeshadow n°04 Matte della marca Lilla
"Diva" cialda ombretto Neve Cosmetics
Pigmento Viola n°5 Kiko
Ombretto n°59 INGLOT
Ombretto n°167 Kiko , linea base
Ombretto n°20 Layla
Matita Kajal Bianca Deborah
Supercolour Eyeliner 107 Blu Kiko
Mascara Vamp! Pupa

LABBRA:
"HugMe" lipstick  MAC (finish lustre)
Kate Lipstick 09 Rimmel


Questo è tutto <3

E voi, che trucco fate il sabato sera?


Tanti baci,


Valeria <3

Skincare Routine

Buon giorno!

Oggi si parla di un argomento essenziale non solo per ogni ragazza, ma anche per ogni persona che voglia avere una pelle sana!

L'argomento del giorno è quindi la Skincare Routine, ovvero quei gesti abituali che facciamo per prenderci cura della nostra pelle e mantenerla pulita.

Non sono una dermatologa e non mi fingo esperta dell'argomento.Tutto ciò che so è dovuto alle mie ricerche online, alla mia consultazione con la mia farmacista di fiducia,al mio medico curante e a del comune buonsenso.Ho avuto modo di informarmi per riuscire a selezionare le mie abitudini , seppur limitate, in maniera consapevole e più consona al tipo di pelle.Prima di usare questi accorgimenti versavo in condizioni assai peggiori, pur usando meno makeup: la mia pelle era perennemente screpolata (le mie labbra erano spesso cosi spaccate da zampillare sangue e impedirmi di sorridere), spesso avevo degli sfoghi sottocutanei fatti di macchioline rosse in rilievo e non erano rari saltuari brufoli mastodontici sul naso e sul mento (i punti che struccavo con meno efficacia).Vi riporto di seguito le fonti principali della mia conoscenza.

Preparatevi,sarà un articolo lungo.

Ovviamente una skincare routine adeguata è indispensabile per diversi motivi.

Leggiamo prima cosa riporta il sito di Alkemilla, azienda produttrice di prodotti bio, sulla pelle e sulla sua cura (link diretto al sito qui)

"[...]A livello basale avviene una continua produzione di cellule; esse subiscono “una spinta verso l’ alto”, fino in superficie, per andare a ripristinare le cellule ormai essiccate dello strato corneo. Infatti, durante la salita, le cellule (cheratinociti) subiscono delle variazioni ed uno schiacciamento verso l’ alto in un processo chiamato di cheratinizzazione.
[...]Per mantenere l’ equilibrio dell’ epidermide, fra rigenerazione e perdita, le cellule prodotte a livello dello strato basale devono essere in uguale quantità a quelle eliminate a livello dello strato corneo.
Il tempo impiegato da una cellula dello strato basale per raggiungere lo strato corneo è compreso tra i 10-14 gg; altri 10-14 gg occorrono poiché una cellula attraversi lo strato corneo prima di essere eliminata. Quindi, il tempo di turnover, in condizioni fisiologiche è di 20-28 gg.


Praticare abitualmente uno scrub su viso e corpo, favorisce l’ eliminazione di “cellule morte” dallo strato corneo aiutando a mantenere equilibrato il turn over cellulare in modo da garantire alla cute luminosità e setosità."

Si capisce immediatamente, dunque, come sia importante operare costantemente , ma non eccessivamente, una continua azione di rimozione delle cellule morte per favorire una più agevole rigenerazione cellulare.
Ovviamente quest'operazione non risulta necessaria esclusivamente in virtù di una maggiore gradevolezza estetica, ma anche per far si che la propria pelle possa essere più sana.

Leggiamo , infatti, quali sono le funzioni della cute e perchè è necessario prendersene cura:

"- Termoregolazione, grazie ai vasi sanguigni cutanei e alle ghiandole sudoripare eccrine, mantiene il corpo ad una temperatura costante (circa 37° C)
- Barriera protettiva: salvaguarda gli organi interni opponendosi al passaggio di microrganismi come batteri, funghi o virus
- Protezione dagli stimoli meccanici
- Senso del tatto
- Protezione dalla corrente elettrica
- Protezione dalle aggressioni esterne come freddo, caldo, umidità, aria secca e raggi UV
- Relazioni con l’ ambiente esterno grazie ad una fitta rete nervosa
- Secrezione di sostanze come sebo e sudore ed eliminazione di prodotti di scarto
- Assorbimento di prodotti e sostanze applicati dall’ esterno, ruolo svolto principalmente dallo strato corneo.

La cute disperde acqua attraverso un’ evaporazione impercettibile verso l’ esterno, la perspiratio insensibilis. Inoltre, avviene una perdita anche attraverso la secrezione delle ghiandole sudoripare, perdita influenzata da fattori quali strato corneo alterato, clima secco, ecc.
Invece, all’ idratazione naturale della cute, provvedono gli acidi grassi presenti nello strato corneo a livello degli spazi intercellulari ed il fattore di idratazione naturale o NMF, il quale è costituito da sostanze come amminoacidi liberi, acido lattico, urea, che trattengono l’ acqua e, quindi, ne impediscono la dispersione.
Lo strato corneo privato di NMF diventa rigido e fragile, per cui è fondamentale garantire l’ idratazione della propria Cute applicando creme ed unguenti dall’ azione emolliente. Si definiscono sostanze idratanti, tutte quelle che penetrano attraverso la barriera cutanea (attraversano facilmente la barriera degli acidi grassi essendo liposolubili o liofile), impediscono la dispersione idrica cutanea, cioè trattengono acqua e ne aumentano il contenuto."

Da questo piccolo segmento di testo, estratto dal sito Alkemilla, possiamo quindi trarre tutte le indicazioni essenziali che ci permettono di indirizzarci verso una corretta routine.

Innanzitutto dobbiamo conoscere il nostro tipo di pelle e scegliere dei prodotti adeguati alla tipologia nella quale si rientra : prodotti troppo sgrassanti possono definitivamente alterare il fattore di idratazione naturale e gli acidi grassi di una pelle tendente al secco, mentre prodotti troppo delicati possono avere un effetto nullo su una pelle troppo grassa.Ogni pelle, inoltre, ha le sue problematiche specifiche.Nulla meglio dell'esperienza personale ci può indicare quali siano le azioni adeguate da intraprendere per prendersene cura.
In genere le case cosmetiche propongono linee dedicate alla skincare divise in diverse tipologie, ognuna dedicata ad un tipo di pelle diversa, dalle azioni e dalle proprietà specifiche.

Il primo step per poter avere una pelle sana è la pulizia.
Sembrerà banale, ma una buona pulizia è sempre il primo passo verso la "redenzione".Esistono migliaia di prodotti che assolvono a questa funzione, tutti dall'azione più o meno intensa.I più blandi, come saponette,saponi liquidi,struccanti,latte detergente, sono utili per un'azione giornaliera, poiché non sono estremamente sgrassanti.Prodotti come maschere,scrub esfolianti, creme da peeling eccetera propendono per un'azione più decisa, adatta all'uso costante ma disperso nel tempo (1-2 volte a settimana massimo).Abusare di questi prodotti vuol dire alterare l'equilibrio della pelle e , invece di scongiurare brufoletti e punti neri, renderla ancora più sensibile e a rischio.

Io ho la pelle molto sensibile e con una forte tendenza a seccarsi, per cui posso usare solo prodotti delicati.

I prodotti che uso per detergerla sono questi:

 Garnier Skin Naturals Sensitive essential: Struccante bifase 2 in 1:è il mio struccante preferito, mio alleato nella battaglia contro il trucco waterproof e contro gli aloni di matita intorno agli occhi.
Lo uso sul pannetto in microfibra che vedete di seguito.Inumidisco il pannetto e poi verso un po' di struccante, procedendo alla pulizia.
 Dopo essermi struccata rimuovo tutti i residui tramite una saponetta de "I Provenzali" al burro di Karitè. Quest'ultimo è noto per le sue proprietà idratanti, per cui è perfetto per detergere senza risultare aggressivo.(La foto qui riportata non è mia, ma è stata tratta da questo sito http://makeupmakeof.wordpress.com/2010/11/24/let%E2%80%99s-talk-about-i-provenzali-linea-saponette-vegetali-extrafine-miele-e-propoli-burro-di-karite/ )


Step 2 : idratazione

Dopo aver deterso con cura la pelle è necessario riportarla ad un grado di idratazione accettabile, qualora avesse perso parte delle barriere e degli acidi grassi necessari a mantenerla elastica.

Per far si che la pelle conservi il suo grado di umidità, si consiglia di utilizzare un tonico.

" Il tonico per il viso ha infatti l’importantissima funzione di mantenere inalterato il grado di umidità della nostra pelle, essenziale affinché si mantenga sempre morbida e idratata.Il tonico per il viso è una lozione a base di sostanze leggermente acide che aiutano la pelle a mantenere inalterato il suo grado di acidità. Per chi non lo sapesse, infatti, la pelle ha un pH leggermente acido e se cambia, a causa di saponi o prodotti troppo aggressivi, può danneggiare la pelle favorendo la comparsa dei più comuni inestetismi, quali pelle secca o grassa (a seconda della propria predisposizione), acne, pelle spenta e opaca, rossori, rughe e così via." 
(Testo tratto dal sito http://www.ilmiomakeup.it/tonico-per-il-viso-cosa-serve/ )

Io sono una capra, nonchè pigra cronica, per cui dimentico puntualmente di comprarlo xD Sono sicura che la mia pelle mi ringrazierebbe se usassi anche un tonico.
Cosa mi consigliereste? Ad ogni modo, se non avete particolari esigenze , potere saltare lo step del tonico e passare direttamente a quello della crema idratante.

E' bene applicarla quando la pelle è ancora umida: facendo in questo modo si favorisce l'assorbimento e si fa si che inglobi anche quella percentuale di acqua di cui ha bisogno.La crema, infatti, penetra le barriere della pelle, portando con se anche l'acqua depositata sul viso e andando a reidratare il tessuto.

"Si avrà un maggiore effetto idratante se la superficie cutanea viene prima inumidita e poi si applicano le sostanze idratanti; in questo modo, tali sostanze avranno più acqua da trattenere, per la loro proprietà igroscopica. Dopo un’ accurata detersione, Alkemilla consiglia l’ applicazione del tonico prima della stesura della crema specifica."


Io uso un'unica crema , che penso valga tutto l'oro di questo mondo per me xD

E' l' Avène Hydrance optimale Riche, formulata per pelli sensibili secche e molto secche.

E' una crema molto corposa e, come dice il suo stesso nome, ricca.Molti la usano come crema notte, preferendo una versione più leggera (che la stessa marca provvede a mettere in commercio) per il giorno.Io conosco le esigenze della mia pelle, per cui preferisco usarla sia la mattina che appena dopo struccata.Lascia la pelle vellutata e la idrata profondamente.Essendo così "pesante" ne va usata poca.Nonostante la sua consistenza si assorbe molto bene, non lasciando residui grassi e oleosi sulla pelle, lasciandola anzi piacevolmente elastica.Non ha un INCI completamente verde, ma è l'unica crema che mi soddisfa veramente.Spero di poter passare ad un'alternativa bio a breve :)

Degli speciali prodotti vanno usati per le labbra, che hanno esigenze diverse rispetto al resto del viso essendo fatte di mucosa.Il mio burrocacao preferito è Vebix 

Trovo che oltre che svolgere un'azione protettiva,schermando le labbra dagli agenti esterni, riesca anche ad assolvere abbastanza egregiamente ad un'azione riparatrice.Ovviamente penso che in commercio possano esistere alternative più emollienti ed idratanti, ma non ne conosco.Vi consigli di spulciare nei siti che rivendono prodotti bio per trovare prodotti dall'azione profondamente idratante :)

Infine, immancabile nella mia routine giornaliera, e praticamente usato come jolly c'è lui, il mio olio preferito:

Lo uso un po' ovunque, sulle zone del viso che a volte riportano screpolature, sulle mani, come base per il fondo minerale (si, lo so, sembra una follia, ma per la mia pelle arida è perfetto se in quantità minori di una goccia) e persino come impacco per i capelli.Penso di sostituirlo a breve con il karitè puro e con l'olio di cocco <3


Ps: a proposito di crema per le mani, ultimamente sto usando

Mi è stata consigliata dall'estetista.Costa poco e fa una buona azione idratante.Non ho le mani screpolate, per cui non so dirvi se sia in grado di riparare eventuali aree problematiche, ma per delle mani nella norma, leggermente secche, è un ottima crema.

Pps: dite ciao al mio allucione in foto!



Spero di esservi stata utile, almeno un minimo.

Tanti baci,


Valeria <3


venerdì 27 settembre 2013

Kiko Full Coverage Concealer

Salve a tutte le mie care amiche internaute!

Oggi mi farò carico di interrogativi a cui manca la risposta e di quesiti irrisolti,inoltrandomi in un singolare viaggio nella giungla del makeup e del marketing, dimensione sorretta e regolata da norme tanto strambe quanto incomprensibili.

L'argomento di oggi costituisce uno dei misteri più grandi con il quale io abbia mai avuto a che fare: il correttore Full Coverage della Kiko.
Spacciato come un sostituto economico dello Studio Finish della mac da blogger che gridavano al "miracolo", osannato da stuoli di fan, questo correttore è diventato in breve uno dei best seller della kiko, uno degli articoli più venduti.

Perchè?

Prima di inoltrarci in critiche poco fondate,iniziamo a condurre una breve analisi della parola "correttore".

Cosa si intende per correttore?Che tipo di prodotto è?

Nell'ambito della cosmesi il termine correttore indica un prodotto che camuffi discromie e difetti della pelle,rendendoli dello stesso colore della pelle.Si presuppone, dunque, che il suo scopo sia di mascherare occhiaie, rossori, macchie,brufoli e talvolta anche tatuaggi.I correttori disponibili in commercio possono essere liquidi,cremosi (a stick o in barattolino) o in polvere (nello specifico si tratta di trucco minerale)  e possono avere un range di colori che varia dalle tonalità naturali della pelle umana ad alcune che servono come contrasto cromatico.Secondo la teoria dei colori, infatti,i colori complementari si annullano a vicenda se mescolati tra loro.

Chiarito questo punto, passiamo al prodotto di cui mi propongo di farvi un'accurata recensione.


La confezione martoriata dovrebbe indicarvi chiaramente le grandi e turbolente passioni che mi hanno legata a questo prodotto.



Da sinistra verso destra:Full Coverage Concealer n°1 e n°2


Il sito della Kiko descrive questo correttore in questo modo:

"Correttore cremoso a coprenza totale, specifico per i problemi legati alle imperfezioni cutanee.

Ideale per minimizzare inestetismi di media e grave entità come macchie delle pelle, nèi, couperose e cicatrici.
L'elevato potere coprente si unisce ad una consistenza sorprendentemente leggera, non unta e facile da stendere grazie ai pigmenti anti spessore.
Il complesso seboassorbente rende la formula idonea anche per le pelli impure.
Il risultato è una correzione uniforme e naturale che resiste inalterata per tutta la giornata.

Contenuto in una mini-trousse con specchietto, Full Coverage Concealer è perfetto da tenere in borsetta.

Disponibile in 8 referenze colore. "


Osserviamolo ora in azione:


 Sbaglio o si nota ancora la puntina gialla e un po' di rossore?


Per le pignole che lo noteranno: le foto sono state scattate lo stesso giorno della recensione del Select Cover Up di mac, per questo posa e brufolo sono identici xD

Portando il nome di correttore, ovviamente qualcosa doveva pur coprire.Tuttavia ritengo che questo prodotto non sia minimamente conforme alle aspettative che il brand instilla abilmente nelle acquirenti.

Quale sarà mai il motivo?Ecco le mie ragioni.

Coprenza,Texture e Sfumabilità.
Il prodotto è molto cremoso, si preleva con facilità e apparentemente sembra coprire tutto alla perfezione senza aver bisogno di essere stratificato più volte o lavorato con difficoltà.Tutto sembra procedere per il meglio, fin quando non si decide malauguratamente di sfumare: è allora che il prodotto magicamente svanisce. Puf. Scomparso.
La macchia resta come prima,pietosamente coperta da un velo di prodotto.Il resto del correttore è andato non-si-sa-dove.Ritengo che, malgrado l'alto potere coprente, sia eccessivamente cremoso per poter garantire un camuffamento efficace e soprattutto agevole.Quando si inizia a picchiettare per garantire una migliore aderenza alla pelle,è possibile notare come la pigmentazione del prodotto vada via via disperdendosi, costringendoci a prelevarne altro dalla confezione e a stratificare per ottenere il grado di coprenza desiderato.L'inconveniente non è risolvibile dall'azione della cipria, che si amalgama al prodotto e , ore dopo, fa uno strano effetto come di "crosta".A causa della corposità sopra citata, è impossibile utilizzarlo in alcun modo, né per camuffare brufoli e acne (essendo le zone in questione già oleose , sarà amplificato l'effetto "sono-un-correttore-ma-svanisco-in-un-attimo" ) ,né sotto le occhiaie,data la sedimentazione nelle pieghette e la strana "luminosità" (che in questo caso sembra vera e propria lucidità da sudore).

Finish:
E' un finish strano.Non è opaco,non è satinato,non è luminoso.E' lucido.Sono la prima a notarlo?Oltre ad una vaga azione illuminante noto anche un leggero bagliore di lucidità, cosa che sarebbe imputabile, probabilmente, alla tua texture morbidissima.Credo che non sia , tuttavia, un'associazione così scontata dato che molti altri prodotti son cremosi senza esser necessariamente lucidi.

Durata:
Da un correttore che porta il nome di "Full Coverage" , oltre l'alta pigmentazione mi aspetterei anche l'alta tenuta.Anche in questo la Kiko si smentisce, producendo un correttore assolutamente insulso, della durata di qualche ora o poco meno.Il mio test tipico per valutare la durata di qualsiasi prodotto è la mia giornata universitaria.Questo prodotto non arriva incolume neanche ad ora di pranzo. (Ed ho la pelle secca,quindi priva di sebo ed oleosità, per cui dovrebbe durare anche di più su di me!)
Penso che forse la situazione potrebbe migliorare con una leggerissima spolverata di cipria su tutto il viso, ma non potendola usare in maniera così estesa (pena l'effetto "incartapecorito"), non vi saprei dire.

Colore:Ammetto che questo può non causare problemi ad altre ragazze, dato che esistono centinaia di sfumature dell'incarnato e nessun prodotto potrà mai venir incontro perfettamente a ciascuna di noi.Trovo tuttavia che la gamma di colori che la Kiko mette a disposizione per questo prodotto sia assolutamente inadeguata per me.La prima colorazione è infatti troppo chiara per il mio incarnato beige chiaro, la seconda leggermente più scura del colorito del mio viso e anche più rosata.Alle altre non mi ci accosto proprio!

Come se queste caratteristiche non bastassero a fomentare la rabbia che provo verso questo acquisto, si aggiunge anche il fatto che , usando questo prodotto in maniera continuata per più di qualche giorno nella stessa area, ho riscontrato un notevole peggioramento di imperfezioni e della trama della mia pelle, seguito poi da un vero e proprio sfogo in miniatura.

Non sono un'esperta d'INCI,né attualmente posso riportarlo qui per farlo leggere a voi, dato che non ho più lo scatolo su cui è scritto, ma scommetto che sia pieno zeppo di ingredienti comedogenici.

Ho provato più volte a dare una chance a questo prodotto , tanto da comprarlo per due volte di fila nel tentativo di consentirgli di sorprendermi, ma nulla.L'unico uso che riesco a trovargli è quello di rifinire i contorni delle labbra e delle sopracciglia.Penso che finirò il n°2 e poi passerò allo Studio Finish di Mac, come già anticipato nel post precedente.





Questa è la mia recensione del giorno! Penso di aver trattato in maniera esauriente ogni aspetto del prodotto.Se , tuttavia, ritenete manchi qualcosa, fatemelo sapere con un commento o fatemi una domandina, ed io sarò felice di rispondervi!


Ragazze, ditemi che non sono l'unica ad avere problemi con questo correttore xD
Ovviamente tutta la recensione è personalissima e vi suggerisco ugualmente di dare un'opportunità a questo prodotto che molte altre ragazze amano.Provate  a recarvi alla kiko, magari struccate, e fate una prova.Tenetelo su almeno per 4-5 ore e vedete come vi sembra :) 

Tanti baci,

un'insoddisfatta Valeria.

I DUPES, questi sconosciuti!

"Ogni giorno, in ogni città, una ragazza si sveglia e acquista un prodotto di alta profumeria.Ogni giorno, nella stessa città, un'altra ragazza si sveglia e va alla ricerca del dupe perfetto per quel prodotto"
[cit. me stessa in questo preciso istante XD]


Molto spesso mi capita di parlare di dupe a persone che non sono appassionate di makeup ed aggiornate sui trend del momento, ma si truccano comunque abitualmente.Altrettanto spesso, alla parola "dupe",mi vedo rivolgere sguardi perplessi, interrogativi.

Cosa sono i dupes?
La parola vuol dire propriamente "ingannare" , ma anche "controtipo". (Traduzione qui).
Se applicata in ambito beauty & makeup, questa parola assume una sfumatura di significato radicalmente diversa.Possiamo anche parlare di Fac-Simile.

Per dupe si intende l'imitazione di un prodotto (generalmente di alta profumeria, quindi più costoso) da parte di un altro marchio, che si occupa di metterne in commercio una versione simile ma ad un prezzo generalmente inferiore.

In genere è ciò che accade quando scoppia una moda e tutte le marche di qualsiasi ambito operano una spietata concorrenza, l'una verso l'altra, per offrire al mercato il prodotto qualitativamente migliore oppure meno costoso.
Quelli più replicati sono solitamente quei pezzi "rari" e "costosi" che segnano il trend del momento: che si tratti di uno smalto in edizione limitata Chanel, di un rossetto mac , di un mascara Givenchy,non c'è fine all'imitazione.
Ovviamente è impossibile mettere in commercio la copia esatta di un articolo, sia perché credo che le formule dei prodotti di successo siano tenute rigorosamente segrete , sia perché credo sia giuridicamente inammissibile e soprattutto perseguibile per legge XD.
Altrettanto ovviamente i dupe non sempre possono essere ritenuti di buona qualità:è possibile infatti imbattersi in oggetti troppo diversi dall'originale (fattore che renderebbe la nomenclatura "dupe" inutile per quel prodotto) oppure di qualità scadente.
Esistono tuttavia prodotti che sembrano fatti appositamente per attirare coloro che non hanno voglia, modo o necessità di spendere denaro per un "articolo di lusso" che non sia strettamente necessario e che propendono per un acquisto a prezzo "modico", sacrificando magari alcune delle caratteristiche che rendono il prodotto originale unico nel suo genere in virtù di una discreta somiglianza.
Alcune volte i dupe sono anche migliori dell'originale!

La caccia al dupe è spesso divertente e creativa dato che molto spesso, in mancanza del prodotto specifico, ci si inventa di tutto per raggiungere l'esatta copia di quel prodotto che vorremmo acquistare, magari combinando due prodotti tra loro ecc.. (ecco come ho imitato un lip tar della occ mescolando lucidalabbra e pigmento giallo!Qui il video incriminato!)

E' necessario, però , per non imbattersi in prodotti di dubbia qualità (fate attenzione, ragazzi, sono sempre in agguato, dietro ogni angolo!),operare vere e proprie ricerche informandosi sul web, spulciando tra i blog e gli swatches* delle blogger,girando tra le profumerie e testando in prima persona.Insomma, l'arte della "caccia al dupe" non è così semplice come vuol apparire e soprattutto richiede pazienza e diversi tentativi (spesso fallimentari, dato che i prodotti riservano molte sorprese con il passare del tempo.Ci si potrebbe infatti accorgere in un secondo momento che le luci del negozio in cui li si è acquistati ne avevano camuffato il vero colore, oppure che abbiano una texture diversa dal previsto, una durata pessima ecc).

Credo che quella del dupe sia una delle poche mode di cui condivido "l'ideologia" di fondo.E' infatti meraviglioso che una persona possa avere a disposizione un oggetto che desidera e che magari ritiene eccessivamente dispendioso per le proprie tasche o le proprie esigenze.Si pensi ad esempio ad una donna che non si è mai truccata in maniera colorata e vuol iniziare a fare esperimenti.Ipotizziamo che voglia provare un rossetto di un bel rosso intenso.Magari un rossetto Chanel.
Ovviamente, a meno che non sia in una condizione economica tale da potersi permettere acquisti superflui , non può permettersi di sprecar denaro in prodotti costosi che potrebbero non soddisfarla.Ha dunque diritto ad un prodotto di buona qualità che riesca ad imitare "quel rossetto chanel che mi piacerebbe tanto provare ma che ho paura mi stia da schifo".
Oppure pensiamo ad una ragazzina che ama i colori e che ha una paghetta settimanale minima, con cui le è stato imposto di badare ai suoi "sfizi" superflui.Vorrebbe avere tanto quell'Aqua Color MUFE così colorato e vivace, ma costa tanto per le sue tasche e non può permetterselo.Si imbatte nei color Tattoo Maybelline e gli occhi le si illuminano: ecco, ha trovato qualcosa con cui iniziare a sperimentare!

Qui di seguito vi porto qualche esempio di dupes:



Foto estratta da questo blog


Foto estratta da questo blog


Foto estratta da questo blog



Vi segnalo il sito Temptalia che, oltre ad avere swatches di tutti i tipi, ha anche un'interessante rubrica dei dupe, in cui è possibile inserire il nome del prodotto originale ed avviare la ricerca per ottenere la lista delle alternative.

Ho scritto questo articolo per venire incontro alle tantissime persone che ogni giorno si chiedono cosa diamine sia un dupe e, anche se possono intuirne facilmente la risposta girovagando per il web, un articolo del genere può semplificar loro la vita e far risparmiare molto tempo.

E voi? La avete aperto la caccia al dupe?
Fatemi sentire la vostra voce !

Tanti baci,


la vostra Valeriuccia.


*swatches: Uno swatch è una prova del prodotto fatta sulla propria pelle e generalmente fotografata.E' condotta allo scopo di testare il prodotto (es. verificarne il colore, la consistenza, la durata) e per mostrare i risultati agli altri (generalmente sul proprio blog XD)


Piccolo Haul giornaliero!

Ieri ho dato con successo (27) l'ultimo esame del secondo anno dell'università e, per approntarmi all'inizio del nuovo anno accademico, mi sono concessa una giornata di sano shopping.

Ne avevo bisogno per una serie di motivi: in primo luogo ho speso troppo e per troppo tempo in makeup, con il risultato che ho più ombretti di quanti possa mai abbinare decentemente ad un outfit, in secondo luogo non faccio shopping di vestiario da troppo tempo, ed il mio guardaroba per i mezzi tempi comincia a diventar deprimentemente esiguo.

Mi sento fiera di me.Al contrario di come faccio solitamente mi sono imposta di ragionare e di non scaraventarmi sulla prima magliettina carina che trovo, ritrovandomi con l'aver acquistato capi di abbigliamento simili a quelli che già ho e di cui non ho assolutamente bisogno.

Per condurre questa giornata di shopping in maniera efficiente  e senza "stressarmi" troppo, ho fissato dei piccoli obiettivi da raggiungere.Ho fatto in questo modo per impedirmi di farmi distrarre da cose che non mi servissero e perchè raggiungere un piccolo obiettivo (ad esempio: "ho bisogno di un pantalone nero) è più facile e permette di disporre al meglio le proprie risorse e gestire il tempo in maniera ottimale piuttosto che rispondere a certe esigenze vaghe come "voglio qualcosa di carino", le quali troppo spesso si trasformano in uno spreco di denaro inutile per vestiti che non indosseremo mai.

Iniziamo quindi da ciò che ci serve davvero e puntiamo dritti al sodo.L'armadio si riempirà di cose carine con il tempo.

Io avevo assoluto bisogno di pantaloni, in particolare di un pantalone nero e comodo e di un pantalone colorato.Inoltre avevo bisogno di uno spolverino per i mezzi tempi, quando non fa troppo freddo ma non posso tergiversare oltre con giacchine e felpine leggere che possono farmi prendere un malanno.

Armata di buona volontà (sono tendenzialmente pigra e sedentaria), sono andata a far shopping con la mamma e con la sorella al centro commerciale Ipercoop

Ecco i miei acquisti!

Ps: mi si perdoni la location "amatoriale" (o, per dirla con un francesismo, "pezzottata"), ma ,non essendo avvezza a fare video haul di capi d'abbigliamento non avevo idea di dove poter fotografare i vestiti , se non sul mio letto o appesi all'anta dell'armadio xD






Spolverino acquistato da Stradivarius, pagato 29,95 euro.66%Poliestere - 34% Cotone.
E' abbastanza leggero, ma credo che mi salverà la pellaccia in molte situazioni.Taglia L.Io sarei stata propensa a prendere una M, perché calzava meglio in vita ed evidenziava la mia vita sottile (camuffando discretamente, invece, i miei fianchi larghi).Tuttavia la M era stretta sulle spalle :S 





Pantalone acquistato da Pimkie, preso con gli sconti a 17,99 euro,taglia 46.Ragazze, questo pantalone è il primo che riesco a comprare a "colpo sicuro",senza disperarmi e sudare nei camerini perché i vestiti non mi stanno bene.Appena provato è stato amore:è comodissimo!Dalla foto sembra enorme e sformato, in realtà è più piccolo ed aderisce alle gambe senza stringerle.Il colore particolare camuffa un po' le mie gambe cicciottelle.Sembra fatto di jeans, perché non è liscio come un pantalone normale.Sono contenta perché si adatta bene al mio fisico non troppo standardizzato.Ho vita sottile,i fianchi larghi e le gambe cicciotte ma il sedere è abbastanza alto e polpacci e caviglie non sono troppo spessi.
Esisteva anche una versione di un colore tra il verde bottiglia e il turchese.Insomma, un colore molto carino xD Ho preferito questa perchè per me è più facile da abbinare  :)



Pantalone a vita alta acquistato da Tally Weijl a 19,95 euro,taglia 46.In realtà porta la dicitura "leggins",considerata l'elasticità.Tuttavia da' la stessa impressione di un pantalone-jeans.E' leggermente meno confortevole del pantalone precedente, perché un po' più aderente.La vita alta, però , garantisce che tutti i rotolini di ciccia siano al loro posto, perfettamente compattati.Credo che sia perfetto abbinato con magliette più lunghe se non si vuole osare con un classico leggins di cotone.Se siete paffutelle come me, la maglietta lunga coprirà anche la parte superiore delle gambe, che è quella che si evidenzia di più con i pantaloni aderenti e su cui si accumula di più l'adipe :)


Questo è tutto :) 

Il mio prossimo obiettivo è di acquistare delle scarpe casual, possibilmente marroni (è un colore che manca totalmente nel mio armadio xD) o beige (stesso discorso) o blu (men che mai xD).Fatti questi primi acquisti essenziali , vorrei comprare qualche maglia sfiziosa da sfoggiare il sabato sera, oppure qualche vestitino caldo per l'inverno.


Ragazze, è qui che vi chiamo in causa!Voi cosa abbinereste con questi capi?Specialmente con il pantalone prugna-rosa. *_* fatemi vedere la vostra creatività, che io per gli outfit ne ho pochissima XD Oppure consigliatemi qualche youtuber brava con gli abbinamenti , specialmente per ragazze un po' più in carne.Diciamo sui 60-62kg XD


Baci, 


la vostra paffutella Valeria.

mercoledì 25 settembre 2013

Select Cover Up - Mac Cosmetics

Ciao a tutte (e tutti, qualora ci fosse anche qualche intrepido maschietto a spulciare tra i post della mia pagina, ma ne dubito XD).

Oggi ritorniamo a parlare di prodotti terminati, o in via di esaurimento,con un chiacchieratissimo correttore: il Select Cover Up di Mac Cosmetics.

Di questo correttore ho sentito vantar lodi e gettar su infamia , ma ho preferito testare personalmente le sue caratteristiche acquistandolo mesi or sono.

Di codesto aggeggino, il sito dice ciò:

"Liquid camouflage for the skin. Texture-free, virtually invisible. Comes in a tube. Blends in. Brightens and lightens dark areas, erases spots, evens-out skin"

"Camouflage liquido per la pelle.Privo di texture, virtualmente invisibile (penso si riferisca al fatto che abbia una texture sottile).E' sotto forma di tubo.Si sfuma bene.Illumina e schiarisce le zone scure, cancella le macchie,uniforma l'incarnato"

Vediamo all'opera in queste foto!







 Occhiettino struccato,feat. macchioline  rosse usuali sulla pelle <3



 Occhiettino con correttore, occhiaie coperte



 Brufoletto struccato , in tutta la sua rossa magnificenza


Brufolo coperto egregiamente u.u


Primo piano occhiaia.


Comincio affermando serenamente che questo correttore non mi ha convinta pienamente,nonostante nutrissi molte aspettative nei suoi confronti.
E' molto soddisfacente per quanto riguarda la coprenza e la durata e, perchè no, anche la qualità della texture,tuttavia vi sono un paio di pecche che lo rendono leggermente problematico.

Esaminiamo le sue qualità nel dettaglio.

Il correttore, come descritto dal sito, si presenta in un tubetto dal pratico erogatore.A seconda della pressione più o meno forte, è possibile far fuoriuscire una quantità minore o maggiore di prodotto.
E' estremamente pigmentato, liquido ed ha una texture molto sottile, per cui ne basta davvero poco per coprire qualsiasi cosa (io ne metto meno di una goccia per coprire entrambe le occhiaie, e ancor di meno per i brufolini.)
Trovo che la sua texture liquida lo renda molto versatile, adatto ad essere usato in molteplici modi. (Talvolta l'ho utilizzato con successo anche come fondotinta d'emergenza,e devo dire che è abbastanza luminoso e "leggero" per essere un correttore).
Tuttavia, proprio a causa della sua texture liquida, tende ad asciugarsi ed ossidare con rapidità.
La rapida e drastica asciugatura mette immediatamente in evidenza linee, screpolature e anche rughe CHE NON SI HANNO!
Lo potete notare osservando le foto.
Non secca la pelle e nel momento in cui la struccate non riporta rossori/allergie/screpolature (a meno che non siate particolarmente sensibili o siate tendenzialmente soggetti allergici agli ingredienti cosmetici, in tal caso vi consiglio di informarvi per bene sugli ingredienti prima di procedere all'acquisto), ma tende comunque a farla apparire più "invecchiata", soprattutto nel contorno occhi.
E' ottimo invece sulle imperfezioni come brufolini e macchie.
Ossidandosi, tuttavia, tende a scurirsi, il che deve rendervi molto cauti nello scegliere la colorazione.
Il mio, una volta ossidato,tende decisamente al rosato, scurendosi di almeno mezzo tono, il che non è tanto un problema per le occhiaie (per coprirle in genere si usa sempre un tono più scuro del colore della propria pelle, e leggermente rosato/aranciato se sono marroni come le mie), ma può divenire problematico per coprire i brufoletti in pieno viso.
Altra piccola pecca, che però può dare decisamente fastidio, è il fatto che vada con il tempo ad accumularsi in sottili pieghine ,se messo sulle occhiaie.
Il tutto sarebbe risolvibile con una discreta spolverata di cipria, ma non credo sia una soluzione adeguata per le pelli che virano più verso il secco e, indipendentemente dal tipo di pelle, rischia di far cadere nell'effetto "incartapecorito" che tutte noi aborriamo profondamente.Spero. XD .

Nel complesso penso che sia più adatto alle pelli miste/grasse che non alle pelli secche, a meno che non vogliate usarlo solo come correttore per le imperfezioni e non per le occhiaie.Tuttavia , data l'ingente quantità di prodotto (sono 10ml e ne va usato pochissimo per ogni applicazione, altrimenti si rischia l'orribile effetto "torta in faccia") e il prezzo non proprio ridotto (circa 16 euro, se non erro) , consiglio di ponderare bene l'acquisto.
Come amo ripetere, esistono molte alternative valide a prezzo minore.
Es. Il mio amatissimo correttore essence Stay all day long lasting 16h per le occhiaie . Lo sto nominando così tanto che temo che presto dovrò farne una recensione XD <3 

Morale della favola, questo correttore si becca un bel 7.E' decente, ma non lo ricomprerò.Penso che il mio prossimo acquisto sarà il "secchissimo" fratellino Studio Finish Concealer, assolutamente inadatto per le occhiaie, ma perfetto per brufoli e macchiette.Per le occhiaie , invece, credo che continuerò ad usare per sempre il mio correttore essence.A volte desidero qualcosa di più coprente, o quantomeno più aranciato, ma mi rendo conto che solo questo correttore riesce a mantenere elastica e far apparire idratata la pelle del mio contorno occhi , illuminandola!

Beh, credo di aver detto tutto quello che si poteva dire su questo correttore U_U
Qualora dovessi dimenticarmi qualcosa , lo aggiungerò in un secondo momento.


E voi?Avete questo correttore?Cosa ne pensate?

Tanti baci,


la vostra sempre-alla-ricerca-del-correttore-giusto-per-me Valeria <3



."..2

Collistar Super Mascara Estremo

Salve a tutte le mie pupe internaute.

Oggi parliamo del Super Mascara Estremo della Collistar, primo di una lunga serie di prodotti che sto per terminare/terminati.
Ho dato un'occhiata in rete e ho notato che è venduto a prezzi che vanno dai 13 (O_O mai vista 'sta roba per un mascara Collistar!) ai 20 euro circa.Avendolo acquistato in profumeria per la cifra di 18 euro circa (se non erro), credo che questo sia il prezzo medio al quale potrete trovarlo più comunemente in commercio , salvo offerte speciali.




Il sito Collistar recita ciò :

All’avanguardia nella formula, innovativo nella texture, geniale nell’applicatore. Questo mascara regala alle ciglia volume, lunghezza, curvatura e colore estremi per un trucco ad alta definizione e lunghissima durata.
Volume estremo - Innovative cere auto-modellanti ricoprono le ciglia rendendole più piene, corpose e moltiplicandone il volume.
Lunghezza e flessibilità estreme - Un mix di polimeri elasticizzanti conferisce plasticità e morbidezza alle ciglia allungandole al massimo.
Curvatura e definizione estreme - L’esclusivo applicatore separa, modella, curva velocemente e con la massima precisione tutte le ciglia.
Colore estremo - L’inedito “Carbon Black System” assicura colore profondo e lucentezza estrema.
Disponibile anche nella versione waterproof.
Prezzo consigliato al pubblico:
€ 21,50 

Dalla descrizione che ne fa l'azienda, questo mascara dovrebbe essere una sorta di bacchetta magica, unguento miracoloso,pozione imbellettante XD

Di questo mascara potrei dire tutto e niente.E' in mio possesso da qualche mese e l'ho quasi terminato, eppure ancora non mi ha convinto.Ho cercato di dargli più volte modo di impressionarmi, ma nulla.Allo stesso tempo non riesco a trovare una motivazione valida per bocciarlo.Di sicuro non lo ricomprerei.

Vi lascio alle foto,e subito dopo farò le mie considerazioni :3




 Ecco il mio occhietto sinistro struccato, con tanto di ciglia piccine e sparse e macchioline sul viso.




 Il risultato dopo una passata di mascara.Allunga leggermente, non infoltisce in maniera particolare, da un bel colore nero, ma non curva molto.





Seconda passata.E' un po' grumoso (ma potrebbe essere dovuto al fatto che il prodotto stia terminando), tende leggermente ad accorpare le ciglia in ciuffi, attaccandole tra loro.Continua a farle andare verso l'alto senza dare una piega carina.


Volume estremo:Innovative cere che ?Piene cosa ?A parte gli scherzi, ad essere oneste l'azione volumizzante non si intravede molto.La prima passata è scialbina, tinge un po' senza dar corpo alle ciglia.La seconda diventa più pastosa , a tratti grumosa.


Lunghezza e flessibilità estreme:Su questo punto non ho nulla da ridire, mantiene ciò che promette.


Curvatura e definizione estreme:Per quanto riguarda questo punto, credo di avere l'esigenza di fare una distinzione tra la prima e seconda passata.Con la prima passata le ciglia sono effettivamente separate e definite, anche se non curvate effettivamente.Con la seconda passata possiamo dire addio alla definizione, men che mai alla curvatura.


Colore estremo:Anche su questo credo che abbia mantenuto le promesse.E' di un nero abbastanza intenso (ve ne accorgete dalle foto,specialmente dalla seconda passata) e , anche quando inizia a seccarsi, rimane comunque più nero di molti altri mascara, che "ingrigiscono" con il passare dei mesi.



Nonostante non mi abbia particolarmente impressionato, ritengo ugualmente che abbia dei punti a suo favore.

Sebbene abbia gli occhi molto sensibili, facilmente tendenti ad arrossarsi e a lacrimare al minimo strofinio/prodotto sbagliato, questo mascara ha superato il mio test "allergia" egregiamente.I miei occhi non ne hanno risentito minimamente (forse solo quando per sbaglio ho infilato lo scovolino nell'occhio una volta XD).Ovviamente, se sapete di essere soggetti allergici, non prendete le mie parole per oro colato e premunitevi, andando ad accertarvi sull'INCI .(Vi posto qui il link al Biodizionario, così potrete andare a controllare gli ingredienti ad uno ad uno).

Ha un'ottima durata, considerando che sopravvive in maniera decente ad un'intera giornata universitaria senza neanche sbavare , cosa che invece faceva il mio classico mascara essence multi-action (sigh, eppure lo amavo ugualmente!)
Una pecca che ho trovato sta nel macchiare un pochino la palpebra durante l'applicazione!Potrebbe essere dovuto alla forma dello scovolino, dato che in genere altri mascara non mi danno questo problema.
Si strucca con facilità.

Nel compenso credo che dia il meglio di sé se abbinato all'azione di un buon piegaciglia ed usato con moderazione, al fine di evitare i grumetti. Credo che possa essere un mascara eccezionale per molte,soprattutto per coloro che hanno delle ciglia già abbastanza folte e curve, ma che desiderino allungarle di più e dar loro un bel colore intenso, tuttavia non ritengo sia adatto alle mie esigenze.

Il mio voto finale è 6 e mezzo.Non è male e sicuramente non sarà lui a rovinare il vostro trucco, ma in giro si trova di meglio anche a minor prezzo.



Tanti bacini,

Valeria <3 .

Addio, e grazie per tutto il pesce.

Do finalmente inizio ad una serie di post il cui titolo mi ronza da giorni nella testolina.

Essendo una grande appassionata della serie di romanzi del mitico Douglas Adams (se non lo conoscete,vi obbligo ad andare in libreria ed afferrare la prima copia di "Guida Galattica per Autostoppisti" che trovate sotto tiro XD) ho pensato di prendere in prestito il grazioso titolo di uno dei suoi libri, appunto "Addio, e grazie per tutto il pesce" , per avviare una rubrica in cui tratterò dei prodotti che ho terminato con successo.Ho associato questo titolo al tema dei post che vorrò scrivere per un banale motivo: così come nel libro i delfini abbandonano la terra per volare nello spazio, dedicando agli umani questa frase di commiato, così io abbandono i prodotti che mi hanno servita più o meno fedelmente, la cui vita volge ora al termine.

Spero di essere costante nell'aggiornamento, soprattutto considerando il fatto che io mi stia impegnando da una settimana a questa parte, a finire almeno qualche prodotto che giace da troppo tempo inutilizzato nella mia postazione trucco.In questo modo dovrei avere sempre un post pronto, perché i prodotti da terminare sono davvero tanti T^T

Dunque, mente io mangio le mie manine per la disperazione di non poter acquistare più prodotti per un lungo periodo di tempo, spero che voi vi godiate queste recensioni che, essendo basate su prodotti finiti, potete stare certe siano oneste e assennate.







Tanti baci,


la vostra acquistatrice pentita, Valeria

lunedì 23 settembre 2013

Be Like Jessica Alba

Salve a tutti!
A distanza di pochi minuti ritorno con un altro post che vorrei assolutamente finire entro stasera!
E' da qualche giorno che adocchiavo i trucchi più carini portati dalle star di Hollywood ed ho notato che la regola fissa sembra essere quella di far apparire le star "naturalmente" belle, poco truccate e giusto con un pizzico di tocco glamour, come una riga di eyeliner fine, ciglia voluminose e al limite un rossetto acceso, ma dal colore classico.

Ovviamente sappiamo tutte che dietro il look delle star c'è uno studio attento, che punta , credo, sul fatto che per l'occhio umano risultino molto attraenti specifici tipi di tratti.
Occhi grandi e simmetrici, labbra carnose, pelle luminosa e sana attestavano ,sin dall'età della pietra, e soprattutto in quell'epoca in cui non ci si poteva certo basare su "cultura","simpatia", "humor" per trovare una compagna ,che la "femmina" del gruppo fosse sana,ed erano tratti tipicamente femminili e spesso associati alla fertilità e alla capacità di poter dare alla luce figli sani che continuassero la specie.

Ovviamente non credo che i truccatori riflettano proprio su questo, ma credo che in maniera inconsapevole sappiano che accentuando quei tratti che secondo la nostra eredità genetica ci appaiono come più femminili, e al contempo facendoli apparire belli "naturalmente", si esalti lo charm e l'avvenenza della donna di turno in maniera esponenziale, molto più che con un trucco pesante, per quanto bellissimo possa essere.

Detto questo,ho pensato che anche noi possiamo essere al massimo delle nostre possibilità e della nostra avvenenza con molto poco, basta scegliere i prodotti di cui ci fidiamo di più.

In questi giorni ho posato i miei occhietti su un trucco molto carino indossato non so dove e non so quando da Jessica Alba,trucco che ha suscitato in me il recondito desiderio di mettere davvero alla prova il mio rossetto "Tangerine Scream", provato solo dietro le mura protette e rassicuranti di casa mia.

Il trucco è questo.

Ovviamente il cercare di assomigliare a Jessica Alba è un'ambizione che fa ridere i polli, almeno considerando il mio "nasino" non proprio sottile e tutta una serie di altri fattori che , per cause di forza maggiore, non mi fanno essere magra e assolutamente bellissima xD 

Però ho voluto provarci lo stesso.Ecco qui il risultato!


Contando la drammatica situazione di partenza...
...direi che perlomeno è riscontrabile un notevole miglioramento!

Ecco i passaggi che ho attuato per ottenere il makeup in poche mosse.(Sembrano lunghissimi, lo so, ma è più facile a fare che a dire!)

Step 1 - BASE VISO :Ho usato il mio fondo preferito ("Toleriane Teint" di La Roche Posay) su tutto il viso, stendendolo con il 102 /Silk Finish di Zoeva. E' un fondo abbastanza coprente ma perfetto per il mio viso ,che spesso ha parecchi puntini rossi e zone arrossate.Non ha bisogno di essere fissato con la cipria perchè ha una consistenza non troppo oleosa.Se avete poche o nulle imperfezioni, potete usare un fondotinta leggero o anche solo il correttore.Ho illuminato l'angolo interno e le occhiaie con il mio fantastico correttore essence "stay all day" 16h long lasting. Ho steso un filo di terra sotto li zigomi (usando il blush "Taupe" di NYX) e riscaldato il tutto con un po' di Rose Gold di Sleek, che da un bel colorito e anche dei riflessi dorati che illuminano l'incarnato.

Step 2- OCCHI : Dopo aver usato un filo di ombretto marrone (n°20 della Layla) per far apparire le mie sopracciglia più piene,applico un velo del Paint Pot "Soft Ochre" di mac . Con un pennello da sfumatura cicciotto stendo un ombretto color seppia su tutto l'occhio, sfumandolo un po' verso l'alto e verso l'esterno fino a che i bordi esterni non siano quasi fusi con il colore della mia palpebra.Porto un filo dello stesso colore anche sulla palpebra inferiore, cercando di rimanere sul bordo delle ciglia e all'angolo esterno.Con un marroncino più caldo ed intenso vado a scurire leggermente l'angolo esterno, portando un po' di colore verso l'interno e nella piega.Riprendo il pennello con cui ho applicato il colore più chiaro e amalgamo i due colori per rendere la sfumatura tra l'uno e l'altra più soft e graduale.Uso un pennellino da sfumatura più piccolo e l'ombretto n°20 della Layla, quello marroncino, scurendo ancora un po' di più l'attaccatura delle ciglia e l'angolo esterno.Nell'angolo interno e al centro della palpebra uso il colore chiaro e shimmer della palette "Au Naturel" della Sleek. Con un pennellino angolato e un po' di generico ombretto nero traccio una riga sottile e discreta di eyeliner. Ho usato l'ombretto per far si che la linea fosse meno marcata e più gentile.Metto giusto un pochino di matita bianca nella rima intenra. Applico le ciglia finte (per vederle nello specifico clicca qui) e passo un po' per mascara per unire le ciglia vere a quelle finte.

Step 3 - LABBRA : Dopo aver idratato le labbra con il burrocacao Vebix, di cui presto farò una recensione, e rimosso il prodotto in eccesso, traccio la riga delle mie labbra con la matita Smart Lip Pencil n°705 della Kiko (avrei preferito una più chiara ma non ne avevo xD).Applico direttamente dal tubetto "Tangerine Scream" della Sleek (per vederlo swatchato clicca qui)

Il trucco è finito, mie balde giovani.
Andate in pace!

Valeria.


Ps: che ne dite, ne faccio un tutorial?




A Drama Tag : My Top 5 Va Va Voom ! Products

Ultimo tag made in Drama n Makeup <3 Mi sono divertita tanto nel partecipare a questo genere di tag, li trovo molto utili e molto piacevoli da leggere.

Il tag Va Va Voom! è dedicato a quei prodotti che ci fanno sentire immediatamente belle, al massimo della nostra "gradevolezza estetica", non appena indossati.
Dite la verità,sono convinta che tutte voi avete almeno un cosmetico che vi fa sentire "fighe"  all'istante,magari che usate in qualche occasione speciale e che quando vi stupisce sempre per come vi stia bene o faccia risaltare gli aspetti più belli del vostro volto.

Anche io ne ho alcuni,che ho selezionato a malincuore tra i tanti che vorrei menzionare a tutti i costi, ma che non inserisco in questo post per rimanere pertinente al nome del tag xD

Penso che la questione del Va Va Voom sia relativa al contesto in cui ci si trova.
Faccio un breve esempio.
Se dobbiamo andare , tanto per dire, all'università, i nostri prodotti va va voom potrebbero essere il nostro fondo preferito, un blush che si sposa bene con la nostra carnagione, quel mascara che ci fa gli occhi da cerbiatta.
All'uni , infatti, la nostra priorità è quella di stare in perfetto ordine, ma con stile e soprattutto in maniera confortevole.I prodotti che ci appariranno come miracolosi e ci faranno apparire carine ai nostri occhi e a quelli degli altri saranno dunque di una determinata tipologia.
Se invece dobbiamo andare ad una festa, i nostri prodotti Va Va Voom potrebbero essere quei glitter favolosi che ci fanno scintillare, quel rossetto che fa sembrare le labbra più carnose e seducenti, quell'illuminante pazzesco che tira fuori persino gli zigomi più inesistenti.

Fatta questa premessa, posso dire serenamente di aver selezionato i prodotti Va Va Voom che uso quando voglio essere al top , ma anche nel pieno del comfort.Credo che infatti il momento in cui ci sentiamo a nostro agio sia anche il momento in cui stiamo meglio con noi stesse e necessitiamo di una minor cura per apparire belle ai nostri occhi.







 Rossetto Rimmel della linea Kate Moss, nella colorazione 09.E' un ciliegia che io definirei "neutro" , perché sta praticamente bene su tutto, esclusi forse i trucchi che virano un po' troppo verso le tonalità supermegacalde.Penso che sia l'unico rossetto che abbia un'azione idratante sulle mie labbra e che non le secchi per nulla.Inoltre ha un colore acceso, si, ma classico, quindi è facile portarlo senza sentirsi fuori luogo, come potrebbe accadere talvolta con i colori più accesi (ad esempio, il mio amatissimo NYX Shocking Pink).In più pare che mi faccia le labbra più grandi, essendo cremoso e non accentuando le pieghine da screpolatura *_*






Ombretti Layla n°20 e n°13 se non erro (l'etichetta è consumata).Mi capita spesso di fare trucchi elaborati e di non vedermici molto o di non essere sicura di come siano riusciti.Quando uso questi due ombretti in combinazione per uno smoky,invece, sono sicura che il risultato mi piacerà.Il primo è un marrone medio, molto scrivente ma anche estremamente sfumabile, che si intona bene con i miei occhi chiari.Il secondo è il mio vero alleato di bellezza.Illumina,sfuma, ripulisce il trucco, sistema quelle parti non sfumate perfettamente rendendole graduali like a pro, talvolta lo uso come leggero fissante per il correttore, e a volte lo mangio anche (no, scherzo xD ) Cosa posso desiderare di più da un ombretto?





Ciglia finte (cinesi) comprate da Madame Cosmetics.Al contrario di molte altre ragazze, non ho particolari pregiudizi per le "cinesate".Qualche volta ne esce fuori qualcosa di molto carino, come queste ciglia.Non sono il massimo della naturalezza perchè la loro base è ben definita (insomma, un pochino si vede la striscia alla base), ma se applicate nel modo giusto nessuno si accorgerà mai di nulla, a meno che non vi guardino con il microscopio o non vi troviate davanti ad una collega makeup addicted.Trovo che facciano un bell'effetto e che facciano apparire il mio occhietto notoriamente minuscolo un tantino più grande e ingentilito, un risultato migliore di quanto possa mai aspettarmi da una riga di eyeliner.





Di questo prodotto non ho una foto semplicemente perché il mio è finito e ho gentilmente appioppato il contenitore a mia madre supplicandola di cercarlo in ogni profumeria possibile ed immaginabile (dubito che attualmente se ne ricordi, dato che sono passate due settimane -.-').
Penso che ne abbiano cambiato formulazione o packaging , perché non trovo più questo qui, ma un sostituto con un'altra scritta sopra , ed uno waterproof da cui mi tengo alla larga perchè i prodotti waterproof mi fan sempre lacrimare.
Che dire di questo mascara?Anche da solo potrebbe tranquillamente essere il protagonista del vostro trucco.Infoltisce le ciglia,le allunga, le separa, rendendole nerissime senza far grumi.E per una che ha quattro peli in croce, tra l'altro anche corti, è la manna dal cielo.Se potessi gli farei una foto e la terrei a mo' di santino nel portafogli.


Siam giunti al termine, ciccine!
Tanti baci,

la vostra Valeria.